ECOMOSTRI PER L'AMBIENTE

Si è svolta questo fine settimana la colosale kermesse "ambientalista" organizzata da Al Gore, ex vicepresidente degli USA nell’era Clinton, sette megaconcerti in sette città del mondo, tele-radio-webtrasmessi in mondo visione, per l’Italia da MTV e la7.

La cosa è stata presentata come un’iniziativa per sensibilizzare sulle tematiche legate al riscaldamento globale, all’effetto serra e all’impatto dell’uomo sulla vita del Pianeta. In realtà si è trattato di uno dei tanti baracconi mediatici che aveva come scopo principale quello di intortarsi una nicchia di mercato, quella degli ambientalisti "superficiali", che non sono pochi. Premesso che non credo che il buon Al giri in Autobus o in Bicicletta e che abbia la casa (un villone, I suppose..) tappezzata di pannelli solari, un’iniziativa come il Live Earth è sbagliata sia nel merito che nella forma.

Innanzitutto parliamo di un tomo che nella sua vicepresidenza tanto per dirne una ha scaricato sui Balcani e in Adriatico qualche tonnellata di missili all’Uranio Impoverito, che come è noto non è propriamente una cosina ad impatto zero, così come non credo che la USAF utilizzi bombardieri alimentati a biodiesel o a Idrogeno.

Poi c’è da dire che fra l’elettricità per amplificazione e per l’illuminazione, i trasferimenti delle stars, gli alberghi, i vari servizi di ristorazione/pulizia/logistica ecc. ecc. il baraccone di Gore avrà immesso nell’atmosfera più CO2 di quanta ne butti Pechino in un mese, e già questo è abbastanza paradossale. A questo va aggiunto che come testimonial di una battaglia ambientalista sono stati chiamati alcuni dei tizi più inquinanti del pianeta, dei veri e propri ecomostri: gente che ha collezioni di automobili e che si muove su jet privati o in limousine: voglio dire ce li vedete Madonna e Phil Collins su un autobus a metano? C’era anche Snoop Doggy Dogg in uno dei concerti, con catenaccio da tre chili d’oro d’ordinanza al collo, microfono tempestato di diamanti (spero finti) e codazzo di cafoni e cafone discinte. No, dico SNOOP DOGGY DOGG???? E certo, lui è sempre stato un paladino dell’impegno, ha sempre messo le tematiche ambientali ai primi posti nei suoi testi (mi sembra subito dopo Fica, Soldi, Macchinoni, Droga e Sparatorie)…. Ma come fai a pretendere di essere credibile se fai mandare certi messaggi a uno che fa i video coi macchinoni che saltano e che l’unica pianta che conosce è la Marijuana?

Ancora, fra i partners dell’iniziativa figurano in bella mostra la Pepsi e la Philips, la prima inonda il mondo di lattine e bottiglie di plastica, la seconda di oggetti in plastica e batterie…non c’è che dire meglio di loro poteva giusto chiamare la Shell e la Exxon…

Sempre fermandosi alla "forma", ho buttato un’occhio al concerto, che in Italia veniva trasmesso da MTV, e sono rimasto letteralmente sconvolto dall’oceano di cazzate propinate (come sempre) dalla solerte emittente che ha fatto del rincoglionimento collettivo una vera e propria missione. Già il fatto che il concerto venisse commentato da uno studio illuminato tipo supernova, con un muro di monitor accesi solo per scenografia dava l’idea di quanto serio sia l’impegno di MTV sul risparmio energetico.

Poi c’è la sostanza, che forse è anche peggio. L’ambientalismo propinato a milioni di spettatori è un ambientalismo patinato, di facciata, che serve giusto per mettersi a posto con la coscienza senza mettere in discussione praticamente nulla del proprio sistema di vita. Alcuni dei messaggi dati erano agghiaccianti, tipo la Penelope Cruz che ti dice di abbassare il condizionatore di due gradi: ma che cazzo vuol dire? Non sia mai che qualcuno pensi che si può vivere senza un condizionatore, o magari che magari è meglio preoccuparsi di costruire case cone cristo comanda invece di dover usare un condizionatore! L’auto a Idrogeno? Sì, bella, bella, ma l’auto non è una necessità, è una comodità, quello che la gente deve imparare a fare è a NON usare l’auto, non a usare tutti i giorni auto che inquinano meno.

Ancora, gli idioti su MTV (Victoria e il Nongiovane): V: "Ecco potremmo spegnere anche noi i condizionatori" N: "Eh, ma te stai in canotta, io c’ho la giacchetta poi muoio di caldo" [sic!]. Poi: V: "Utilizzando l’illuminazione con i sensori di movimento si risparmia energia perchè la luce si accende solo se c’è qualcuno nella stanza" e giù a ridere e a scherzare "certo però devi muoverti sennò ti si spegne la luce..ah ah ah". Ma diocane SPEGNI QUELLA CAZZO DI LUCE QUANDO ESCI DALLA STANZA, IMBECILLE!!!!!!
Per finire chiosa di Morgan (quello che in teoria fa il musicista ma per ora si guadagna da vivere con le interviste su quanto è zoccola la sua compagna Asia Argento) ad interrompere con un intervento alla Cannavaro un possibile inizio di discorso serio (su MTV? Ma siete matti!?!?!) in risposta alla mail di uno spettatore che chiedeva perchè i prodotti biologici costano di più: "Io volevo dire una cosa molto semplice, ad esempio quando compri le sigarette, di non buttare la carta dal finestrino della macchina, ma la tieni nel cassettino e poi le butti nella pattumiera". Ma che cazzo di bestia sei??? Mo’sarebbe normale che uno butta la mondezza per terra e ci si deve impegnare per buttarla nel secchio? Ma statti zitto che fai più bella figura…..

Cioè, questo sarebbe ambientalismo? Strillato poi da un palco in cui durante un concerto di giorno c’erano le luci accese per scenografia? Con gente come Madonna che ti dice di risparmiare energia per poi tornare alla sua villa con il suo jet privato e la Limo? A Roma si dice "è facile fare i froci col culo dell’artri".

Questa è una buffonata, non metto in dubbio che magari Gore non sia in malafede ma solo un cretino che ha scoperto l’ambientalismo radical-chic che in USA va tanto, ma è una buffonata, e dare messaggi del genere alla fine è più dannoso che altro, soprattutto perchè poi ti arrivano dagli stessi canali che mostrano modelli di consumo devastanti per l’ambiente e per il cervello, come MTV.

Annunci

DUE COSE IMPORTANTI

mentre i media parlano dell’interessantissima querelle fra il Nano e la (futura ex) moglie:

Prima la gente poi i brevetti
Firma anche tu per salvaguardare il diritto di milioni di persone a ricevere i farmaci salvavita

La compagnia farmaceutica Novartis ha fatto causa al Governo Indiano perché permette la produzione di farmaci generici dai costi contenuti. Se vincerà, milioni di persone in tutto il mondo potrebbero perdere l’unica fonte di medicinali a prezzi accessibili.

Chiediamo a Novartis di fermarsi e di rinunciare all’azione giudiziaria contro il Governo Indiano!

http://www.msf.org/petition_india/italy.html

L’India produce farmaci di importanza vitale per i Paesi in Via di Sviluppo. Più della metà dei medicinali utilizzati per curare l’Aids nei Paesi più poveri sono prodotti in India. Anche MSF usa i farmaci indiani per trattare l’80% dei suoi 80mila pazienti sieropositivi.

Se Novartis vincesse la causa, l’India sarà costretta a modificare la sua legge e dovrà concedere più facilmente i brevetti sui medicinali. Per i produttori di farmaci generici diventerà quasi impossibile continuare a vendere medicinali uguali a quelli delle multinazionali, ma molto meno costosi. La vita di milioni di persone che in tutto il mondo sono curate con i farmaci ³made in India² sarà in pericolo.

IL DIRITTO ALLA VITA VIENE PRIMA DEL DIRITTO A FARE PROFITTI. CHIEDI A NOVARTIS DI RINUNCIARE ALL’AZIONE GIUDIZIARIA CONTRO IL GOVERNO INDIANO.

FIRMATE E FATE FIRMARE LA PETIZIONE!

http://www.msf.org/petition_india/italy.html

*****

e siccome repetita iuvant:

 

MANIFESTAZIONE NAZIONALE
NO VAT!
AUTODETERMINAZIONE, LAICITA’, ANTIFASCISMO

 

10 Febbraio 2007

ritrovo Piazzale Ostiense ore 14.00
arrivo corteo in Campo de’ Fiori

Informazioni sui treni

L’autodeterminazione di tutte e di tutti, dei corpi, degli stili di vita, subisce nel nostro paese attacchi quotidiani dalla chiesa cattolica. Le gerarchie vaticane praticano la quotidiana ingerenza nel dibattito pubblico, nella società, nella politica del paese; la politica istituzionale si dimostra culturalmente subalterna e traduce puntualmente in iniziativa le pressioni di oltre Tevere.
Nel silenzio, assistiamo ad un preoccupante aumento dell’odio e della violenza ai danni di donne, gay, lesbiche, trans e numerose altre soggettività: aggressioni, stupri, omicidi, campagne organizzate di odio di
matrice fascista trovano la loro legittimazione ideologica nelle esternazioni vaticane.

Autodeterminazione, laicità, antifascismo sono le nostre pratiche di r/esistenza.

DENUNCIAMO

– l’ingerenza della chiesa cattolica e la sudditanza della politica italiana, sia di destra che di sinistra;

– l’alleanza delle gerarchie vaticane con le destre fasciste;

– lo sdoganamento e la riorganizzazione dello squadrismo neofascista;

– l’istigazione alla violenza e all’odio contro i soggetti che lottano per l’autodeterminazione e non conformi al pensiero dominante.

MANIFESTIAMO

– contro ogni integralismo e ogni fondamentalismo;

– contro la criminalizzazione dei Pacs e l’imposizione di un modello unico e patriarcale di famiglia;

– per la laicità dello stato e per l’eliminazione delle leggi ideologiche dettate dal Vaticano;

– per la liberà di scelta responsabile in ogni fase della vita;

– per i diritti e la piena cittadinanza di lesbiche, trans e gay;

– per l’autodeterminazione delle donne;

– per la cancellazione della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita;

– per l’istruzione pubblica e laica, per l’abolizione dell’ora di religione e la cancellazione del sostegno pubblico  alla scuola confessionale;

– per una gestione laica del sistema sanitario pubblico;

– per la cancellazione dei privilegi economici della chiesa cattolica (esenzione ICI, otto per mille, ecc.);

– per l’abolizione del Concordato e dei privilegi derivati.

 

DECRETO ANTI LOBBY

Devo dire che sono sorpreso, non mi aspettavo da questo governo un provvedimento economico che posso giudicare positivo. Mi aspettavo la solita spremuta di sangue con la complicità della triplice (CGIL CISL e UIL) ai danni del Lavoratori, e invece questi se ne escono con un decreto che timidamente, molto timidamente, va a toccare qualche privilegio di alcune categorie che in italia vivono una situazione paragonabile alle caste elevate indiane, le più classiche delle lobbies.

Premesso che non sono convinto del tutto che il libero mercato sia la migliore maniera possibile di gestire le risorse e i servizi, se si vuole il mercato questo deve essere libero davvero, aperto alla concorrenza e non gestito da caste. Mi space che i tassinari si incazzino, ma a Roma le licenze se le vendono dopo qualche anno a prezzi paragonabili a quelli delle case, quindi forse un po’di concorrenza non farebbe male, visto anche che una corsa in taxi a Roma costa più cara che a Londra, dove tutto il resto costa il doppio.

Sulla vendita di beni o servizi non essenziali (quindi esclusi quei servizi indispensabili per tutta la popolazione come acqua, trasporti, energia, sanità, scuola ecc. ecc.) la concorrenza è positiva, immaginate se come per le parcelle degli avvocati anche "l’ordine degli idraulici" concordasse delle tariffe minime, o "l’ordine dei venditori di vestiti".

Naturalmente dove si poteva e doveva menare davvero il governo è stato morbido, non sia mai che qualcuno pensasse che sono davvero di sinistra. Le Banche.

Il decreto prevede che una banca non possa cambiare le condizioni di un conto senza prima comunicarlo con 30gg di anticipo al cliente, e senza che il cliente abbia accettato i cambiamenti (per dire, fino ad ora potevano fare il cazzo che gli pare). Qualora il cliente non accettasse, potrebbe chiudere il conto senza pagare le spese di chiusura. Tutto giusto, ma era il caso di vietare le spese di chiusura conto in generale ( nel resto d’europa non esistono) e magari obbligare le banche ad allinearsi al resto d’europa anche sulle spese di tenuta e sulle commissioni sui bancomat (per farsi un’idea, intervistato da report un dirigente di ABN AMRO diceva sorpreso che no, da loro non ci sono spese di chiusura nè commissioni sui bancomat di altri istituti, e che le spese di tenuta sono circa la metà, solo per coprire le loro spese, perchè in finale a dargli i soldi da tenere, che poi loro investono e sui quali guadagnano, il cliente gli fa un favore….. trovate la trascrizione della puntata sul sito di Report, vi invito a leggerla perchè è inquietante: http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E95059,00.html ).

Comunque è un piccolo, piccolo passo in una direzione se non giusta, almeno coerente con le dottrine che ci impongono, anche se io sarei molto più drastico…..anche se da pessimista spero che non sia un contentino preventivo per la prossima inculata che ci toccherà….

BANDIERE

Ci siamo, i Mondiali sono finalmente iniziati, le prime partite (bruttine), le prime vittorie delle favorite (stentate e poco convincenti) e le prime sorprese (per pra poche, il che mi preoccupa per stasera). Mi voglio soffermare su tre aspetti in particolare.

1) Quelli che tifano contro.
E’un "Partito" abbastanza ampio, che vede come capofila l’ex comico e ora capopopolo Beppe Grillo, che
come purtroppo a volte gli capita, scade nel populismo e nel qualunquismo dichiarandoi che siccome il nostro calcio è marcio lui tifa per i ragazzi puliti del Ghana. Peccato che Asamoah giochi in Italia, così come Muntari che gioca nell’Udinese (squadra che pare si sia messa d’accordo con il Milan per una partita), così come Appiah che addirittura giocava nella Juve di Moggi prima di andare in Turchia, così come Kuffour che gioca nella Roma. E’poco intelligente tifare per il Ghana per i motivi di Grillo, dato che ormai il calcio è globalizzato quanto il resto, e i ragazzi del Ghana sono "sporchi" quanto gli altri. Se sono anche gli sponsor ad avere colpe nel degrado del calcio e se sono questi stessi sponsor ad impedire le epurazioni di certi calciatori dalla nazionale, occorre ricordare che gli sponsor sono "internazionali" come le TV criptate o i produttori di articoli sportivi, e quindi sono gli stessi che pagano anche i miliardi che prende Essien, che non gioca in Italia ma nel Chelsea.
Io avrei appoggiato la proposta del Manifesto di mandare la nazionale dilettanti se avessimo voluto fare la cosa
più giusta, ma è stupido andare contro i nostri viziati e disonesti cretini tifando altri cretini altrettanto viziati e probabilmente altrettanto disonesti.

2) Totti – Del Piero
Se Lippi ha portato Totti è (o almeno dovrebbe essere) perchè ritiene che sia recuperato. Se è recuperato
deve giocare e da subito, primo perchè se non gioca non sarà mai al 100%, secondo perchè se non era in grado di giopcare non andava portato: non avrebbe senso arrivare ad esempio ai quarti senza Totti e poi mettere fuori chi ai quarti ci aveva portato per far entrare lui senza la partita nelle gambe.
E comunque del Piero ha rotto il cazzo, sono 10 anni che la nazionale aspetta i comodi di Del Piero e lui
ha sempre fatto schifo agli Europei e ai Mondiali.

3) Le Bandiere
Il bello dei Mondiali è che partecipano squadre assurde che magari riescono anche a strappare l’impresa,
se non dal punto di vista strettamente tecnico (come Camerun-Argentina nel ’90 o Senegal-Francia nel 2002) almeno da quello simbolico (come Iran-USA degli scorsi mondiali). Queste squadre ci portano oltre ad un modo ancora diverso di giocare a calcio (anche se questo piano piano sta sparendo con allenatori europei e giocatori che giocano nei grossi campionati) anche le loro impagabili bandiere:

Il Togo:

 la bandiera del Togo non è male, richiama i classici colori delle squadre africane, è abbastanza sobria, anche se con una sola stella e poche strisce riporta alla mente i problemi dell’Africa: una bandiera all’insegna del "vorrei ma nun posso".

Trinidad e Tobago:

 ………..a me me pare un segnale stradale……..

Arabia Saudita:

un classico, sfondo verde Islamico con disegno allegorico: la spada con cui il Profeta si tagliò affettando il culatello e le parole che pronunciò al momento dell’incidente. Da questo episodio poi parte il divieto di consumare insaccati e carne di maiale….

Ghana:

i nostri avversari di stasera. La loro bandiera ha il classico tricolore "Rastafari" e una stella nera in mezzo. Praticamente una banda di sconvolti guidata da Darth Vader…

Angola:

una bandiera fortemente allegorica, potrebbe ricordare vagamente simbologie sovietiche, ma osservando bene si vede che rappresenta il colonialismo che ha imposto un sistema per sfruttarli per poi andarsene lasciando loro i cocci (il mezzo ingranaggio), per sprofondarli nelle guerre foraggiate dagli ex coloni divenuti trafficanti d’armi (il machete), e con l’unica certezza e consolazione che a forza di pigliarlo in culo almeno le stelle le potranno vedere sempre, anche se dal dolore…. (la stella, appunto).

Citando una vecchia discussione sul forum di Indymedia, rilevo che purtroppo la risorsa infallibile dell’Angola per vincere i mondiali (gli avversari entrano in campo, pensano "chi te s’Angola?" e non riescono a giocare per le risate) non ha ancora prodotto i suoi frutti, speriamo per il futuro.

———————————————————————

QUANNO SE NE ANNAMO?

(immagine presa da http://www.italy.indymedia.org )

L’ANSA sul Carabiniere morto a NassiryAgip e sciacallaggi vari
http://tinyurl.com/oog6o

E l’esportazione della democrazia secondo i nostri padr….ehm… alleati
Enduring Horror, da altrenotizie.org
http://tinyurl.com/fp4vj

Ancora sulla strage di Haditha
http://tinyurl.com/fbfky

E il nostro Ministro degli Esteri, non quello che ce li ha mandati, ma quello che in teoria abbiamo eletto per tirarli via, ancora parla di "missione di pace" e di "ricostruzione"….

Solo due domande:

1) Quando se ne annamo da lì? Vi si è votati anche per quello, dovreste ricordarlo.

2) Ma i danni alle famiglie non li dovrebbe pagare l’Eni come per il petrolchimico di Porto Marghera?

 

NUCLEARE? MAVAFF…..

Oggi è il XX anniversario del disastro di Chernobyl: http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Chernobyl e come sempre non abbiamo imparato un cazzo.

Da un po’di tempo si sente parlare sempre più di un possibile ritorno dell’Italia al Nucleare, soprattutto in questi giorni in cui un barile di petrolio costa quanto un bambino bianco sul mercato nero. Insomma, finchè non avranno trovato il modo di far andare le macchine e le caldaie con i bambini (tecnologia alla quale secondo uno studio della rivista Liberal sono vicini i cinesi), gli esperti o più che altro quelli che devono guadagnare sulle fonti di energia continueranno a dare come obbligata la scelta fra energie inquinanti come carbone e petrolio e il nucleare.

L’equivoco che il nucleare sia una sorgente di energia "pulita" nasce dal fatto che siamo nella posizione di poterci scordare delle scorie.

Mi spiego: le centrali nucleari presentano due grossi problemi dei quali ovviamente i fautori di questo tipo di energia tendono a non parlare. Il primo è che l’uranio e il combustibile nucleare in genere è roba che non si riproduce, quindi finirà, e verosimilmente anche in poco tempo. Il secondo è che le centrali atomiche producono scorie, ma non scorie da poco, parliamo di roba radioattiva per millenni, che va trasportata, stoccata in un luogo sicuro, in un impianto tecnologicamente adatto che va manutenuto e tenuto costantemente sotto controllo.

Praticamente per illuminare il colosseo e la statua della libertà alle tre di notte per una cinquantina d’anni ci dicono che la maniera migliore è affidarsi a una tecnologia che produce rifiuti nocivi e che saranno radioattivi per un migliaio di anni, e che per la manutenzione degli impianti e lo stoccaggio delle scorie ci costerà quanto mantenere un Panda domestico…….

E qui viene l’idea geniale: le scorie, che giustamente nessuno vuole sotto casa, potrebbero essere messe in un luogo che la popolazione del paese che ricorre all’atomo può accettare. Visto che sulla luna ancora non si può, e visto che la tomba di Berlusconi nel giardino della villa di Arcore speriamo si riempia presto di un altro tipo di rifiuto, resta il caro amato terzo mondo.

Perchè il succo sta sempre lì: per mantenere il nostro livello di tecnologia e benessere, è necessario che ci siano paesi dove noi possiamo produrre la nostra ricchezza sfruttando la manodopera a basso costo, le ricchezze naturali, e magari riempiendogli casa di merda, pagandogli l’affitto con una ciotola di riso.

Quindi il ragionamento è concluso: abbiamo campato per decenni sul petrolio, e contiamo di farlo ancora finchè ce ne sarà, anche a costo di bombardare tutto il pianeta con la scusa del terrorismo islamico. Però siccome noi businessmen occidentali siamo lungimiranti, ci preoccupiamo di avere una fonte alternativa che ci permetta di guadagnare ancora bei soldoni, non roba a basso costo, magari rinnovabile e che necessita di quel decennio di ricerca che non abbiamo mai voluto fare quando bastava che il socio Saudita piantasse una bandierina nuova nel suo campo da golf per trovare dieci milioni di barili di petrolio….
Roba seria, il nucleare, con una tecnologia già pronta e monetizzabile, tanto poi le scorie le piazziamo in est europa, africa, sudamerica….qualche poveraccio disposto a tenersi qualche tonnellata di plutonio in cambio di un affitto modico lo troviamo. Così come poi gli estremisti islamici, una delle cause per cui il petrolio diventa sempre meno percorribile come strada, potrebbero trovare qualche poveraccio che queste scorie gliele vende, capirai, due piccioni con una fava: un’altra ciotola di riso e più spazio per nuove scorie che gli paghiamo e che potrebbero rivendere a chi (ci dicono) le userebbe per farcele scoppiare sotto al culo. Geniale! Un po’come vendersi un rene per avere il biglietto di una partita di calcio che dura solo 90′ ed essere pure interista.

Ahhhhh….che bello il progresso….meno male che il destino del pianeta e i mezzi di informazione sono in mano a questa gente.

E se invece cominciassimo a pensare che forse non serve illuminare il colosseo alle tre di notte? Se iniziassimo a pensare che forse per spolverare basta una scopa e non ti serve un aspirapolvere con dentro il motore dello shuttle? Se magari cominciassimo a fare a piedi anche tratti più lunghi di quelli soliti (ovvero dal divano alla macchina, oppure dal frigo alla tazza del cesso)?

MC MERDA

Segnalatomi dal buon Gigi, e ripreso anche dal manifesto in un articolo di ieri, un bel giuochino educativo

http://www.mcvideogame.com/index-ita.html

"Dietro le quinte di un fast-food

Volete sapere come nasce un panino con l’hamburger? Il
gruppo milanese di game designer Molle Industria ha quello
che fa per voi: il nuovo videogioco "McDonald’s",
scaricabile gratuitamente da internet, consente di
penetrare dietro le quinte di un fast-food,
dall’allevamento del bestiame, opportunamente "ingrassato"
a furia di ormoni, al lancio delle nuove campagne
pubblicitarie. Il gioco svela tutti i segreti che hanno
permesso a McDonald’s di diventare una delle più grandi
aziende al mondo: educativo, ma soprattutto sconsolante."

I creatori sono i geni di Molle Industria, vi invito a visitare il loro sito perchè sono veramente dei grossi: http://www.mcvideogame.com/molleindustria/home.php (in particolare il Tamatipico, tamagochi del lavoratore atipico, è bellissimo)

Qui un po’di info su Mc Merda: http://www.tmcrew.org/mcd/index.html