SOCIETA' DELL'IMMAGINE



(la famosissima foto di Robert Capa dell’uccisione del Partigiano Repubblicano nella Guerra Civile Spagnola)

Viviamo nella Società dell’Immagine, ormai lo sanno anche i bambini, l’immagine è tutto, e sono le immagini ormai a segnare i nostri ricordi, gli eventi, tutto. Basti pensare al fatto che per milioni di persone, bambini e non, il Natale fa venire in mente innanzitutto un’immagine, Babbo Natale che proprio dalla società dell’immagine e dal marketing è stata creata e che non proviene invece dalla tradizione. (Per chi non lo sapesse, il vecchio pedofilo ciccione in pigiama rosso e barba bianca è stato inventato dai pubblicitari della Coca Cola qualche decennio fa).

Questo fine settimana ci ha regalato almeno tre "immagini" degne di nota, almeno due delle quali verranno ricordate a lungo.

La prima immagine sono convinto resterà veramente nella storia, quanto il tizio davanti ai carri armati a Tien An Men, quanto le torri gemelle in fiamme e quanto Jaqueline Kennedy che gattona sul cofano della macchina per raccogliere un pezzo della testa del marito. L’ormai quasi ex Presidente USA, Geroge W. Bush, in visita a sorpresa a Baghdad, ha ricevuto una contestazione clamorosa, sinceramente non avevo mai visto una cosa del genere. Un giornalista locale lo ha appostrofato pesantemente dandogli del "cane", animale impuro per i musulmani e quindi offesa gravissima, e lanciandogli contro le scarpe, altro gesto particolarmente insultante (avrete notato le immagini provenienti da vari paesi islamici che mostrano persone "schiaffeggiare" con le proprie scarpe l’effige del contestato di turno). Che dire, je vonno tutti bene….
Dopo essere stato oggetto di cotanto lancio di calzature, Bush pare abbia annullato una visita in Austria, dato che siamo nel pieno della stagione sciistica, ed una in Olanda, patria degli zoccoli di legno.

**

*****


Seconda immagine, anche questa "storica", la piena del Tevere di Venerdì notte, con l’acqua altissima, impressionante soprattutto a Ponte Milvio, a Ponte Sant’Angelo, dove dei barconi alla deriva si sono schiantati e incastrati contro i piloni, e all’Isola Tiberina.
Per una sera il Lungotevere sembrava un enorme cinema, con la gente affacciata sugli argini ovviamente a fare foto e filmati e a guardare l’immensa massa d’acqua nell’inconfessata speranza di veder sfilare qualche cadavere. Inconfessata da loro. Io ci speravo e ho rosicato che non ho visto il cretino irlandese che è caduto a fiume…





Meno storica, ma altrettanto divertente era la faccia di Alemanno nella notte fra Venerdì e Sabato. Terrorizzato, era veramente spaventato, per un attimo si sarà pentito di non essere lui ad aver perso invece che Rutelli. Immagino abbia passato tutto il weekend alla finestra e che sia ancora lì, a scrutare il cielo con la faccia di una finalista di Miss America chiusa in cella con Tyson.

*****


La terza immagine è di ieri pomeriggio, Stadio Olimpico. Al termine di una partita veramente da infarto Mirko Vucinic, attaccante Montenegrino della Roma, segna il goal della vittoria 3-2 sul Cagliari.
L’esultanza è stata "particolare" e catapulta Mirko in un posto speciale nell’Olimpo degli eroi personali dell’autore di questo blog (insieme al sempre posato Carlo Zampa che sentite commentare con il solito impassibile distacco il goal).

**

A parte lo strip e le dichiarazioni a fine partita ("avevo fatto schifo, anche mio fratello in tribuna credo che mi stesse fischiando, ho segnato e non c’ho capito più nulla, ho iniziato a spogliarmi meno male che mi sono anche fermato…"), il Montenegrino ha festeggiato facendo il gesto del "tagliagole". Ora, già basterebbe il fatto che uno che viene dai balcani esultasse così per raggelare il sangue a un bel po’di gente (un po’come se un tedesco esultasse mimando una maschera antigas), ma ad ulteriore conferma di come Mirko sia uno "vero" c’è la storia dell’ispiratore di quel gesto: Chris Benoit, star del Wrestling di qualche tempo fa (e alfiere del buon gusto, va detto).
Benoit era solito fare quel gesto sul ring, ha dovuto smettere di farlo per "cause di forza maggiore": si è suicidato, non prima di aver soffocato la moglie e il figlioletto.


Non è fantastico?

Ora attendiamo per i prossimi goal di Mirko esultanze altrettanto gratificanti per chi come me è affascinato da storie di Serial Killers e tragedie truculente in generale.
Ad esempio potrebbe festeggiare un goal domenica prossima col Catania facendosi tatuare una svastica in fronte come Zio Charlie Manson, oppure mimare simpaticamente la strage nel dormitorio femminile compiuta da Richard Speck usando i compagni di squadra come controfigure delle otto infermiere massacrate.
Non sarebbe comunque una scena peggiore di quando Totti simulò un parto per festeggiare un goal qualche anno fa, mentre attendeva il primo figlio…

Mirko, se ti servono suggerimenti non hai che da chiedere, con un po’di impegno e il coinvolgimento dei ragazzi della Sud si potrebbe fare una rappresentazione dei fatti di Jonestown, magari per il Derby di ritorno, che ne dici?

Annunci

CI MANCHERAI!!!!

Donald Rumsfeld ci ha lasciato…

Oddio, purtroppo non nel senso letterale del termine, nel senso che non ha stirato le zampe, ma nel senso che è stato "dimissionato" dal suo Boss dopo le recenti mazzate rimediate alle elezioni di medio termine. Devo dire che per un attimo ho anche pensato che al posto di Rummy avrebebro messo Guido Rossi, ormai gli manca quello e Papa, poi ha fatto praticamente tutto.

Che dire, Rummy, ci mancherai.

Ci mancherà quel tuo ghigno bonario che ti faceva sembrare un incrocio fra Papa Ratzinger e uno degli zombi di Romero, quella tua faccia da serial killer con il sorrisetto che ricordava Hannibal the Cannibal prima che succhiasse il cervello con una cannuccia dalla testa di qualcuno.

Ci mancherà quel tuo occhio porcino, che non mancava di lasciar traspariva che anche dentro di batte un cuore, quello di qualcun altro che avevi mangiato ancora pulsante. Quegli occhi che a guardarli sembravano dire "guardate, guardate, tanto i caccia sono già in volo". Ci mancherà quel senso di umanità che i tuoi occhi trasmettervano quando guardavi qualcuno e ordinavi "uccidete quell’uomo".

Ci mancherà la tua capacità di renderti simpatico e umano, come quando dicevi cose il cui significato nascosto era "ma sì, mica è colpa nostra se  abbiamo ammazzato qualche migliaio di civili…. e poi ‘sti civili sempre in mezzo alle palle, ma non possono che ne so, andare in vacanza in Florida quando bombardo? E sapete che vi dico, ‘sti iracheni poi tanto civili non sono, nessuno che abbia la TV via cavo o il SUV…."

Ci mancherà soprattutto il tuo gusto per il vestire: quelle cravattine anni ’80 che non si vedono più dai tempi di "Una Donna in Carriera", quei completini demodè, quelle aggiaccianti giacche tagliate vent’anni fa, che con un pelo più di spallina e i capelli cotonati sembreresti Simon Le Bon.

Ora che dire, Donald, sarebbe bello potersi illudere che, dato che le armi con le quali Saddam ha compiuto i crimini per i quali il tribunale fantoccio che avete tirato su lo farà impiccare gliele hai vendute tu, qualcuno verrà da te con un pezzetto di corda, anche solo per fartela vedere, ma sappiamo che non avverrà. Ti terrai sulla coscienza qualche decina di migliaia di morti così, con nonchalance, fra una partita di Golf e un Cocktail, sperando che presto qualcuno di permetta di ricominciare a far danni in giro per il mondo.

(Donald Rumsfeld e Saddam Hussein in una foto degli anni ’80)

Che dire, sarà una magra consolazione, ma almeno per un po’non vedremo più la tua brutta faccia da cazzo….

———————————————
A grande richiesta (di uno, Alex) torna:

La Domanda di Oggi (pappparaparapaaa)

La domanda di oggi è: "Si può sapere allora quanto cazzo devo pagare di IRPEF o avete intenzione di ricambiare altre 70 volte il decreto fiscale fino ai prossimi mondiali che vinciamo così a nessuno importa più una sega anche perchè saranno passati 20 anni?"

QUANNO SE NE ANNAMO?

(immagine presa da http://www.italy.indymedia.org )

L’ANSA sul Carabiniere morto a NassiryAgip e sciacallaggi vari
http://tinyurl.com/oog6o

E l’esportazione della democrazia secondo i nostri padr….ehm… alleati
Enduring Horror, da altrenotizie.org
http://tinyurl.com/fp4vj

Ancora sulla strage di Haditha
http://tinyurl.com/fbfky

E il nostro Ministro degli Esteri, non quello che ce li ha mandati, ma quello che in teoria abbiamo eletto per tirarli via, ancora parla di "missione di pace" e di "ricostruzione"….

Solo due domande:

1) Quando se ne annamo da lì? Vi si è votati anche per quello, dovreste ricordarlo.

2) Ma i danni alle famiglie non li dovrebbe pagare l’Eni come per il petrolchimico di Porto Marghera?

 

PARTITO DEMOCRATICO?!?!?

Leggevo ieri un’interessante "lettera-articolo" di Francesco Cicciobello Rutelli su Repubblica. Il vicepremier dissertava sulla necessità di adoprarsi quanto prima per la nascita del Partito Democratico e ne parlava come una delle "priorità" della nuova maggioranza.

Mano a mano che mi addentravo non senza travaglio interiore nel Rutelli-pensiero, una domanda mi sorgeva spontanea dall’intimo: "Ma questo è solo cretino o è proprio così stronzo?"

L’interrogativo mi pare d’obbligo: voglio dire, abbiamo un’economia a pezzi, dopo manco due settimane dal giuramento già volano le prime coltellate fra ministri, non si sa ancora NULLA di quello che il Governo dovrebbe o vorrebbe fare, manovra sì manovra no, fra 20 giorni c’è un Referendum confermativo su una Riforma Costituzionale che massacra mezza Costituzione, stiamo ancora in Iraq ad appoggiare un’occupazione che giusto ieri ci ha regalato un altro morto e questo considera "priorità" il Partito Democratico?!??! Un bell’esempio di come questo neo-democristiano idiota pensi sempre ai giochini di potere interni alla coalizione, trovando un’entusiasta sponda nei DS, come quando a due mesi dalle elezioni si mise a litigare con Prodi e Fassino sulle liste uniche.

Io ce l’avrei una priorità per il Paese, voglio dare un suggerimento a Prodi e agli altri fenomeni del Governo: perchè non diamo a Rutelli un incarico di responsabilità all’estero, lontano dall’Italia e dai microfoni dei giornalisti? Potremmo ad esempio mandarlo in Iraq al posto del contingente militare, lo si piglia lo si lascia a un incrocio a Nassirya e gli si dice "va’ sicuro"…..

SENZA TREGUA

Avere una coscienza politica è diventata una fatica di Sisifo (per chi non sa che vuol dire: http://it.wikipedia.org/wiki/Sisifo ), ce n’è sempre una nuova….. Allora ricordiamo gli ultimi due sforzi che ci aspettano e che la nostra coscienza appunto dovrebbe rendere un dovere.

1) La Festa della Repubblica.
Grazie al caro Carlo Alzheimer Ciampi si è tornati alle parate militari del 02/06, cosa incomprensibile innanzitutto perchè i militari, come i cani addestrati, obbediscono al padrone a prescindere (c’è anche chi se ne vanta "Usi ad Obbedir Tacendo"), quindi perchè festeggiare la Repubblica con una parata di burattini che obbedirebbero anche al Re, al Duce, al Papa Re, ai marziani e a chiunque gli indicihino come "capo"? Non sono stati mica i militari a fare la Repubblica, l’Esercito c’era anche prima della Repubblica, sono i cittadini che hanno votato e scelto, CIVILI.

Quindi mi sembra giusto segnalare l’iniziativa che si terrà a Roma (ce ne sono in tutta Italia, informatevi che trovate sicuramente qualcosa dalle vostre parti): http://tinyurl.com/oy9pj (da Indymedia).

E’importante anche perchè è la prima manifestazione di Movimento con il governo Prodi, al quale è importante far da subito presente che c’è tanta gente che li ha votati solo per cacciare Berlusconi e che PRETENDE che ci sia una discontinuità con il precedente Governo a cominciare proprio dalla Guerra.

2) Il Referendum Costituzionale
Come se non fossero bastate le politiche e le amministrative a seguire, ci aspetta un altro appuntamento importante: il Referendum Confermativo sulla Riforma Costituzionale (la famigerata Devloution degli analfabeti del Carroccio).

Inutile dire che spero che i NO vincano e di brutto, così otterremmo vari risultati positivi:
– la costituzione sarebbe salva e non avremmo il premier padrone, la scuola e la sanità differenziate fra regioni ricche e povere ecc. ecc.
– a Bossi verrebbe un altro ictus speriamo stavolta definitivo
– a Berlusconi verrebbe un’infarto speriamo peggiore dell’ictus di Bossi
– la CdL andrebbe in pezzi

qui trovate materiale a sostegno del NO, diffondete e fate diffondere! 

http://www.referendumcostituzionale.org/index3.asp

http://noalladevolution.splinder.com/

IL CROLLO DEL SISTEMA

Lo scandalo che ha colpito il mondo del Calcio si sta allargando a macchia d’olio, coinvolgendo sempre più soggetti nello sport e in altri ambiti, quali la Politica, le Forze Armate, le Istituzioni.

Un autentico terremoto che avrà effetti devastanti sul Paese, paragonabili solo a un Berlusconi bis. Un giorno i libri di storia ricorderanno così questi terribili giorni:

"Tutto iniziò con le intercettazioni telefoniche relative ad un’inchiesta sugli arbitraggi e sulla GEA, una società di procuratori gestita da alcuni noti "figli di papà" che gestiva -almeno formalmente- gli interessi di un enorme numero di calciatori e allenatori di serie A.

Dalle intercettazioni emerse che Luciano Moggi e la dirigenza Juventina controllavano di fatto il mondo arbitrale tramite pressioni e regalie, che attraverso questo sistema di potere che avevano creato influenzavano pesantemente i risultati dei campionati e delle elezioni dei dirigenti della Lega e della FGCI, mantenendo così una sorta di monopolio dell’asse Juventus-Milan sul Calcio Italiano. Inoltre questo "potere" veniva esercitato anche attraverso e a beneficio della GEA, controllata fra gli altri inizialmente dai figli di Cragnotti e Tanzi (noti bancarottieri e truffatori che incidentalmente avevano usato anche il mondo del calcio per i loro magheggi), poi dal figlio di Moggi, dalla figlia di Geronzi (capoccione di Capitalia, altro bel covo di manigoldi che governano un bel pezzo del Calcio) e dal figlio di Lippi. La GEA era diventato un altro centro di potere che grazie al controllo esercitato da Moggi senior sul campìonato, faceva ottimi affari con i suoi giocatori e allenatori, che venivano talvolta "imposti" alle squadre di calcio, talvolta "spinti" a determinati comportamenti per favorire cessioni e ritocchi di ingaggio (con conseguente ritocco della percentuale che andava in tasca alla GEA).

A questo sistema contribuivano in maniera determinante giornali e TV, i cui opinionisti, in parte perchè regolarmente retribuiti, in parte perchè erano semplicemente dei leccaculo, gettavano fumo negli occhi del pubblico perchè tutto ciò non emergesse, se non dalle denuncie isolate delle poche squadre non complici e di pochi giornalisti-tifosi di queste squadre, che venivano tacciati di essere "piagnoni" e regolarmente massacrate poi sul campo.

Emersero anche contatti con il mondo Politico, ministri che chiamavano Moggi e le altre persone coinvolte per avere favori per le squadrette loro e dei loro amici degli amici.  [la cosa tragica è che fino a qui è tutto vero – n.d.r.]

Si scoprì che Moggi arrivava ad influenzare anche la politica Italiana, come era evidente dal decreto spalma-debiti varato dal Governo Berlusconi e da altre leggi delle quali oltre a beneficiare il Milan del Berlusca, beneficiò anche la Juventus.

Persino la Politica Mondiale finì nelle sue mani, infatti venne intercettata una telefonata fra Moggi e Bush nella quale Lucianone prometteva al presidente U.S.A. una Grande Punto in cambio dell’invasione dell’Iraq e dell’Afghanistan, allo scopo di far lievitare il costo del petrolio e avere più soldi da Saadi Gheddafi, divenuto in quel periodo proprietario di una parte delle azioni della Juve. Bush, essendo anche lui petroliere, accettò con entusiasmo, organizzando il falso attentato del 11/9 come pretesto, ben sapendo che tanto le spese le avrebbe poi coperte con i guadagni futuri.

Fu così che nacque anche la "coalizione dei volenterosi", sempre messa insieme dal Lucianone nazionale, che coinvolse la Spagna di Aznar in cambio del prestito di Maresca al Siviglia, il Portogallo in cambio di Miccoli al Benfica, ,mentre la Gran Bretagna aderì perchè Moggi ancora avanzava un credito per aver dato Henry per due lire all’Arsenal.

Giorno dopo giorno, intercettazione dopo intercettazione Moggi accumulava capi di imputazione, arrivando a collezionare più ergastoli di Provenzano, fino a quando non ci si chiese se non si fosse meritato il posto di Senatore a Vita, una volta che Andreotti o Cossiga l’avrebbero lasciato vacante.

Intanto la rabbia montava in Italia e nel resto del Mondo, le malefatte di Moggi e della sua cricca, ormai divenuta internazionale, erano sempre più grandi ed odiose, nonostante Lucky Luciano fosse stato costretto ad entrare in clandestinità e a rifugiarsi nelle campagne di Ceppaloni, nascosto da Clemente Mastella: fecero bombardare il Taj-Mahal per rappresaglia dopo che il pilota indiano (ex F1) Karthikeyan impedì un sorpasso a Furpio Elkann (il fratellino più piccolo) impegnato con la sua FIAT Scrondo nel monomarca omonimo, truccarono le elezioni del Conclave tenutosi dopo la morte di Benedetto XVI facendo salire al soglio pontificio Pasquale Bruno con il nome di "Fetuso I", provocarono la morte di milioni di persone in Africa per aver mandato come aiuti umanitari i medicinali scaduti della Farmacia della Juve in 60 paesi, fecero dare un Oscar all’opera prima di Emanuele Filiberto di Savoia "Non fare un cazzo e amare phonarsi" e via dicendo….

La misura era ormai colma, cominciarono i primi episodi di violenza, il Presidente della Lazio Claudio Lotito venne brutalmente aggredito a colpi di cambiali scadute e dovette scappare dalla città, i cittadini romani non potendo più sopportare un Sindaco juventino, deposero a zoccolate sugli zigomi il neo-riconfermato Veltroni per sostituirlo con Sabrina Ferilli, gli operai della Fiat vennero messi tutti in cassa integrazione e insorsero al grido di "mo’ve ce mettemo noi nella cassa" mettendo a ferro e fuoco St. Moritz dove era in vacanza la famiglia Agnelli al completo.

La situazione internazionale precipitò definitivamente ai Mondiali di Calcio del 2007 nelle isole Far Oer (dovevano essere nel 2006 in Germania, ma piano piano tutte le maggiori federazioni Europee e Sudamericane risultarono coinvolte nelle trame di Moggi e radiate dalla FIFA, che poi venne a sua volta commissariata per corruzione), quando durante la Semifinale USA – Bahrein non venne dato un colossale rigore alla nazioale araba e tutti pensarono "Oh, no, ANCORA!!!".

Rivolte violentissime scoppiarono in tutto il mondo, il Presidente degli USA Bush, il suo vice Cheney e tutto il loro staff (compresa quella faccia da pitbull della Rice) dovettero scappare a bordo dello "Space Force One" sulla Luna, dove vennero colti dallo sconforto e si suicidarono in massa perchè credevano che l’aspetto della Luna dipendesse dal fatto che c’era qualcuno che bombardava meglio di loro.

In breve tempo tutti i governi vennero rovesciati, i sovrani abbattuti, la gente scese in strada felice perchè si stava riprendendo ciò che amava, il Calcio, e lo poteva finalmente riportare alla sua dimensione più pulita: un gioco da fare in strada, fra amici, senza Sky o arbitri corrotti.

Solo che come in ogni partita capita che si possa litigare, e allora "era dentro, era fuori, era mia, era tua….." ricominciarono un po’in tutti i campetti del mondo liberato violenti litigi che degenerarono in risse, che a loro volta degenerarono in stragi, provocando così il definitivo crollo della civiltà umana, e la ascesa definitiva della civiltà libera dal calcio e dedita al Culto del Badmington."

Ok, forse facciamo in tempo a salvarci, possiamo ancora sperare che l’Italia venga commissariata e affidata ad un curatore fallimentare magari Svizzero, in attesa di nuovi acquirenti…..

—————————————–

A proposito, vi segnalo una bella e completa analisi dello scandalo Moggi-GEA-Juve al sito www.altrenotizie.org : http://tinyurl.com/flee6

INTOLLERANZA

Ancora una volta Noi Cristiani abbiamo dato prova di come sappiamo essere tolleranti e aperti, a differenza degli Islamici Cattivoni che discriminano gli omosessuali.

In quel di Mosca, nella notte fra il 30/04 e il 01/05, un simpatico drappello di estremisti della Destra Russa e di militanti fondamentalisti Ortodossi hanno organizzato un comitato di benvenuto davanti ad un locale dove era in programma una serata per Gay e Lesbiche. Il comitato ha accolto gli avventori del locale con grida e cori beneaugurali, tipo "Russia senza pederasti", e con i tradizionali lanci di bottiglie che hanno provocato qualche accidentale, suvvia, ferimento.
Un uomo è stato picchiato da tre persone che lo hanno mandato all’ospedale, mentre la Polizia russa non è intervenuta per impedire nè la manifestazione, nè il lancio di oggetti, nè il pestaggio.

Questo è quello che Repubblica riporta a proposito di ciò che ha dichiarato Igor Artiumov, leader dell’ "Unione di tutti i russi" e presidente del "Comitato di Benvenuto e Linciaggio": "Dato che organizzano un festival fino al 9 maggio, noi organizzeremo questo tipo di azione ogni volta che faranno le loro orge. Protestiamo pacificamente contro questo peccato che non deve proliferare, contro le loro orge, contro questi sodomiti che strisciano come scarafaggi". Parole di tolleranza, ben diverse da quelle che vengono cntinuamente riportate ed amplificate da tutti i giornali quando qualche imam parruccone spara cazzate per farsi un po’di pubblicità.

Purtroppo i giornali e i telegiornali non hanno dato il giusto risalto alla notizia, perdendo un’occasione per rimarcare quanto diverso sia l’atteggiamento degli estremisti religiosi Cristiani rispetto agli altri, tipo i Musulmani, tanto per fare un esempio a caso. D’altronde si sa che i media tendono sempre a parlare più delle cose brutte, amplificandole a dismisura e trasformando una sparata di un fondamentalista islamico da operetta tipo Adel Smith in un caso nazionale, e provocando giustamente reazioni e commenti a catena per giorni e giorni, manifestazioni, fiaccolate magliette leghiste e cazzate varie.

Invece di questo episodio edificante non ne ha parlato nessun TG, è passato rapidamente su qualche giornale online, subito scalzato dalla homepage da notizie ben più importanti, tipo lo stage premondiale degli Azzurri al quale partecipano tutti i giocatori che Lippi non porterà ai mondiali, tipo Tavano ed Esposito. Strano, eh?

———————————————————————————————-

vi segnalo un paio di articoli interessanti e un’iniziativa:

Nazionalizzazione degli Idrocarburi in Bolivia, da www.altrenotizie.org:
http://tinyurl.com/juhrd

6 MAGGIO 2006ROMA P.zza della Repubblica ore 16MILLION MARIJUANA MARCH
http://www.millionmarijuanamarch.info/

Chi è veramente il terrorista? Da www.Zmag.org
http://www.zmag.org/Italy/levy-chieterrorista.htm