ROSARNO, BANLIEUE ITALIA


In Calabria i negri si picchiano con i terroni, poi i terroni sparano ai negri. Inizialmente ho pensato fosse un nuovo canale porno del digitale terrestre per leghisti, poi ho visto che era il TG3 delle 19. Comunque immagino Cota e Calderoli che ce l’hanno più duro del solito a vedere ‘sta roba…
Saviano fa notare giustamente che i criminali i problemi con la ‘ndrangheta li discutono attorno ad un tavolo, questi sono gli unici che hanno avuto il coraggio di metterci la faccia (e il corpo) e di fare un po’ di casino, come a Castel Volturno, invece di baciarci le mani a Zu’ Tanu. Poi non resiste alla tentazione di dire una cazzata, gli capita, checchè ne dica Fazio.
"Certo, i metodi sono discutibili…"

Discutibili un cazzo.

Li sfruttano come schiavi, li trattano come bestie, li fanno vivere come topi nelle discariche e nelle fabbriche abbandonate. Per non fare loro mancare niente gli sparano anche addosso.
Alle spalle del bravo cronista che racconta la preoccupazione e la paura della Brava Gente del Paese si accalcano cialtroni sorridenti che si danno di gomito perchè sono in TV, ma la notizia che due clandestini sono stati gambizzati a colpi di lupara è ancora da verificare.
Intanto il Comune del Paese della Brava Gente del Paese rimane commissariato per le infiltrazioni ‘ndranghetiste nell’Amministrazione democraticamente eletta.

Dovrebbero farci le decorazioni natalizie con le budella della Brava Gente*.

Discutibili un cazzo.

* Non solo di Rosarno, a me la Brava Gente sta sul cazzo tutta. Meglio le cattive compagnie.

Annunci

NON SIAMO NOI CHE SIAMO RAZZISTI, SONO LORO CHE SONO NEGRI

Notizie incoraggianti ci arrivano dalla nostra amata ItaGlia, ormai inondata di botulino e tinta per capelli dopo che le masse popolari hanno trovato la loro guida, il loro leader carismatico in una stronza borghese e, possiamo dirlo, cornuta.

La prima è la sparata del buon Matteo Salvini, consigliere comunale a Milano e Segretario Provinciale della Lega, che come avrete letto ha proposto di fare vagoni riservati ai Milanesi su tram e metropolitane. O meglio, ha detto che fra 10 anni sarà necessario farlo se non migliorerà la sicurezza sui mezzi pubblici. Sul Manifesto di oggi chiosavano giustamente che per gli immigrati sarebbe sicuramente garanzia di maggiore sicurezza, visto che a Milano gira gentaccia come Salvini. Posso dire che per me queste sparate rientrano nella strategia comunicativa che la Lega in particolare e la maggioranza in generale hanno utilizzato spesso in questi anni: spararne ogni tanto qualcuna veramente troppo grossa per far sembrare “normali” le altre.

Un’altra notizia preoccupante, non come i presunti ciuccioni che il Presidente del Consiglio si sarebbe fatto fare da una zoccoletta minorenne, ovvio, è quella del respingimento di tre barconi di immigrati da parte di alcune motovedette italiane. Al di là della crudeltà che in sé rappresenta l’atto, va sottolineato che fino a quando non fosse accertato il diritto da parte di queste persone (sebbene neGre) di richiedere asilo, non possiamo neppure parlare di “clandestini”, dato che un rifugiato non è clandestino nemmeno per la legge di un paese di merda come il nostro, e leggevo che degli immigrati sbarcati a Lampedusa, di cui si parla sempre come clandestini, una bella fetta, più della metà, sono richiedenti asilo e la maggioranza delle richieste è stata poi accettata. Quindi l’Italia ha di fatto consegnato un numero di persone che sarebbero potuti essere rifugiati politici ai loro aguzzini, il che oltre a non essere carino non sono nemmeno sicuro sia legale…
Per farvi un’idea delle condizioni di questi poveracci e dei loro compagni di sventura, vi invito a leggere questo blog: http://fortresseurope.blogspot.com

La terza notizia è quella che ha ovviamente avuto meno risalto, dato che non riguarda un crimine commesso da uno straniero, un rom, ma da un crimine che lo Stato Italiano sta perpetrando ai danni di una giovane, per di più minorenne. Parlo di Angelica, la sedicenne accusata di aver tentato di sequestrare un bambino a Ponticelli a Napoli, fatto a cui poi seguì il vergognoso pogrom che permise di liberare l’ultimo terreno ancora non disponibile dell’area destinata ad essere oggetto di una speculazione edilizia quantomeno “cicciotta”, diciamo come Giuliano Ferrara dopo che s’è magnato Platinette.
Ieri Angelica è stata condannata in appello a tre anni e otto mesi. Tale condanna sarebbe storica, dato che sarebbe il primo caso accertato di tentato rapimento di minore da parte di un Rom nella storia della Repubblica Italiana (perché tutte le altre storie di zingare che rapiscono i bambini denunciate dai media nel corso degli anni si sono rivelate false). Mica cazzi.
Peccato che innanzitutto Angelica non è di etnia Rom ma è slava, viveva solo in uno dei tanti campi in cui povertà e disperazione costringono tanti immigrati irregolari a rifugiarsi. Poi la condanna è basata unicamente sulle dichiarazioni della signora Flora Martinelli, la madre della bambina che ha raccontato di aver trovato Angelica in casa con la bambina in braccio, di aver gridato aiuto e di essere riuscita a riprendere la piccola dopo l’intervento del padre che ha inseguito la ragazza fino in strada picchiandola e aizzandole contro una piccola folla inferocita fino all’intervento della polizia.
Oltre al racconto della sig.ra Martinelli, pare che non ci siano altre prove a carico di Angelica, il che non fa pensare propriamente a un processo equo, soprattutto alla luce del fatto che la sig.ra Martinelli era stata condannata anni fa per falsa testimonianza e che il padre pare avesse, come tante persone da quelle parti, qualche contatto con esponenti della Camorra, che era ovviamente interessata a sbloccare gli appalti legati al terreno su cui sorgeva il campo nomadi di Ponticelli.

Insomma un bel quadretto, vero?

*****


Meno male che ogni tanto arriva anche qualche buona notizia.



Brindiamo con Papi, sperando arrivi presto anche il suo momento.

*****

Concludo questo post particolarmente prolisso con la segnalazione che l’UAAR ha lanciato una nuova campagna informativa sull’otto per mille, il furto che la CCAR (Chiesa Cattolica Apostolica Romana) compie ogni anno ai danni degli Italiani, vi invito a diffondere il più possibile:

LA SITUAZIONE


Partiamo dai cazzi miei, se permettete, vorrei anche vedere…

La Tecnologia mi odia, ovviamente ricambiata, la mia lotta con il pc continua con un po’di problemi, credo di aver combinato qualche casino con le icone sul desktop e ancora non riesco ad attivare la rete wireless. In compenso ho incontrato un problema che mi dicono essere classico: credevo di aver scaricato un film e invece era un porno….maledetti segaioli del cazzo….almeno volete specificarlo? Il giorno che vorrò vedere un porno, cercherò "porno" che dite!?!?! Bah……

Ma passiamo a cose più serie. Leggo su Repubblica.it una notizia che ovviamente non mi fa piacere: secondo l’ONU entro il 2050 saremo 9 miliardi sulla Terra, ovvero non si arresta l’incremento demografico, il che è un male in assoluto, dato che più alto è il numero di esseri umani esistenti, maggiore è il numero di stronzi in circolazione, soprattutto se si considera che nella maggior parte dei casi il rapporto esseri umani: stronzi è di 1:1.
È un male poi perchè l’incremento riguarda soprattutto i cosiddetti "Paesi in via di Sviluppo", per capirci quelli che il nostro Premier potrebbe definire con la simpatia che lo contraddistingue "posti da negri", il che comporta problemi di vario genere. Ovviamente dal nostro lato i problemi che vengono presi in considerazione sono quelli legati ai flussi migratori e allo spauracchio immigrazione/sicurezza, il che significa che ci sarà un peggioramento delle politiche europee in tema di immigrazione e che in Italia, dove già stiamo messi male, le cose andranno sempre peggio in termini di campagne mediatiche contro gli immigrati, di leggi razziste, di imbarbarimento della popolazione, di raid, pogrom (ma il plurale di pogrom sarà pogromS?) ecc. ecc. ecc.
Insomma, sembra che andremo, noi "europei", verso una situazione sempre più simile a quella che sta alla base dell’idea del film del Grande George Romero "Land of the Dead", in cui l’ultima città di vivi, nell’illusione di poter chiudere il resto del mondo fuori, finisce col trovarsi "chiusa dentro" e senza scampo.
E pensare che per stare tutti un po’meglio basterebbe sbattersene del passaporto di ognuno, pianificare una seria politica di controllo delle nascite a livello mondiale e distribuire risorse e persone in base alla disponibilità dei territori e delle necessità di chi ci deve abitare. Ma questa è utopia, ci sono molte più speranze che il problema della sovrappopolazione del pianeta si risolva in altro modo:

* *

* *

Intanto ci sono ragazzi, rappresentanti delle future generazioni che ci danno una speranza per il futuro, impegnandosi in prima persona per risolvere il problema, ovviamente nel loro piccolo. Mi riferisco ovviamente al 17enne tedesco e al 28enne statunitense che hanno ben pensato di armarsi e compiere una strage di conoscenti e non, magari non gli rispondevano ai commenti su Facebook…

Ok, la faccio finita, passiamo ad altro: una bella strage. Gh gh gh…

Non so se vi è capitato di leggere dell’ultima polemica scatenata da un intervista del regista polacco Andrzej Wajda all’Avvenire che ha ovviamente pompato la cosa dedicandogli un editoriale, prontamente ripreso da quel meraviglioso giornale che è il Corriere della Sera che riporta anche i fondamentali commenti in merito di un personaggione quale Fabrizio Cicchitto.
Parliamo di Katyn, un film che narra la storia di un eccidio compiuto nel 1940 in Polonia, nella foresta appunto di Katyn e che fu oggetto di una guerra di propaganda fra Germania e URSS che se ne rimpallarono all’epoca la responsabilità, fino a quando Gorbaciov non ammise che le uccisioni furono ordinate da Stalin. Il Corriere e l’Avvenire parlano chiaramente di un boicottaggio per motivi politici ai danni del film, tema ripreso da Cicchitto che ne propone la proiezione in Parlamento (il tempo lo dovranno impiegare in qualche modo se passa la proposta di Berlusconi di far votare solo i capogruppo…).
Eh, sì, in effetti è strano che un film polacco, in lingua sottotitolato (perchè leggendo l’articolo si evince che il film sarebbe in polacco con i sottotitoli in italiano), non abbia una grande distribuzione nelle sale….deve essere per forza un boicottaggio, se non fosse per motivi politici avrebbe avuto la stessa distribuzione de "Il Cavaliere Oscuro", come succede a tutti gli altri film polacchi….
Ancora complimenti al Corriere (sull’avvenire stendiamo un velo pietoso).

Mi chiedo quando Cicchitto e il Corriere faranno altrettanta pubblicità (perchè è chiaro che è questo lo scopo della crociata che hanno armato) a Religiolous, film di satira anti-religiosa che è stato praticamente impossibile vedere nelle sale (a Roma era solo in un cinema e lo hanno tenuto per un paio di settimane) e che avrebbe potuto contare su una distribuzione un pelo più "potente" (vi invito a digitare su google "Mario Mazzarotto", il distributore di Katyn e confrontare i risultati con "Eagle Pictures", il distributore di Religiolous) oltre che sul fatto di essere diretto da Larry Charles, regista di Borat, film che ha sbancato in tutto il mondo.

Concludo tornando per un attimo alle recenti stragi, segnalandovi il motivo per cui certe cose succedono: c’è troppa gente che ha troppo tempo libero e lo usa male. Qualcuno si allena in cantina con la pistola, qualcun’altro passa la sua vita a guardare filmati su youtube per montarli, sincronizzarli e farci dei pezzi musicali, anche fichi, non lo nego, ma drogarsi e provare a suonare davvero come si usava una volta no?

* *

Addavenì Lou Reed…

Comunque, se volete sentire tutti i pezzi che ha fatto questo pazzo li trovate sul suo sito: http://thru-you.com
Io personalmente preferisco questo:

* *

o quest’altro:

* *

LO STUPRO DELL'INTELLIGENZA



Di fronte agli ultimi episodi di violenza contro le donne, come sempre il paese dà il peggio di sè. Almeno di fronte a quelli che si vuole pompare, visto che altre violenze, come quella di Anagni o di Palermo, tanto per citarne un paio, evidentemente non servono a terrorizzarci e non sono abbastanza stumentalizzabili, quindi Studio Aperto e TG2 non ci fanno un quarto d’ora di telegiornale.  Tutto quello che si vede nei TG e si legge sui giornali come sempre è un autentico stupro all’intelligenza.
Mi sembra giusto quindi dare il mio contributo, il peggio di me, scherzando anche su questo.

La politica si è subito lanciata sul pezzo, polemiche, strumentalizzazioni, dichiarazioni roboanti e tutto quello che proprio non ci si può far mancare in questi casi.
Calderoli ha ritirato fuori l’idea della castrazione chimica, convinto com’è che l’utilizzo di farmaci per far seccare i coglioni gli faranno quanto meno perdere qualche chilo.
Il Ministro delle Pari Opportunità Carfagna invece ha proposto l’istituzione di una banca dati del DNA delle persone arrestate per stupro, mi chiedo solo se dei prelievi se ne occuperà lei personalmente. (Benedetta ragazza, te però te le cerchi…)
Il Sindaco Alemanno invece non vuole permettere che le ronde non siano regolamentate, con un occhio anche all’ambiente. Gli immigrati verranno bruciati con il GPL invece che con la benzina, in modo da tenere basse le emissioni di Co2, mentre si sta pensando a una sorta di "targhe alterne": i giorni pari Rumeni e Rom, i giorni dispari tutti gli altri.

Anche i giornalisti non scherzano, come ho già detto Studio Aperto di ieri, per non gettare benzina sul fuoco, ha dedicato praticamente venti minuti di telegiornale ai due casi di Roma e Milano, senza ovviamente dimenticare di mandare varie interviste di cittadini per bene che chiedevano giustizia sommaria e roghi di immigrati. Secondo lapecorastanca se dovessero cessare questi episodi la redazione di Studio Aperto sarebbe già pronta a provvedere assoldando una task force di rumeni per mandarli a stuprare qualcuno.
Su Rai Tre l’indignata denuncia della Annunziata: "A me non mi hanno mai sdrupata nessuno".
Il direttore del TG2 ha seriamente pensato di dimettersi dopo che non è riuscito a trovare il modo di dare a un rumeno ubriaco la colpa dell’investimento del tifoso genoano fuori dallo stadio. Nemmeno il perito Carlo Torre era riuscito a spiegare come il pullman della Fiorentina potesse essere stato deviato da un calcinaccio lanciato da un rumeno mentre stuprava una minorenne, Mazza era disperato, poveraccio. Che poi lo sappiamo tutti che quelli non erano ultras, ma solo bravi cittadini che volevano linciare Mutu.

Ora attendiamo con ansia che l’inizio di Sanremo faccia sparire l’emergenza stupri dai telegiornali, sempre che da Studio Aperto non mandino qualcuno a stuprare Povia, così possono prendersela in una volta sola con i rumeni, con i froci e perchè no, con Prodi che ci sta sempre bene.

Chiudo invitandovi come sempre a guardare sul sito del corriere quali sono le notizie più lette. L’Italia è un posto meraviglioso ed è tutto intorno a noi.

SOLIDARIETÀ



La Solidarietà è uno strano concetto, specie ultimamente, questa è la definizione principale che ne dà il De Mauro/Paravia:

1a) armonia perfetta, concordia con altri nel modo di pensare, di sentire, di agire o condivisione degli impegni e delle responsabilità assunte insieme ad altri a cui si è legati da rapporti di affinità ideologica o da comuni interessi | capacità dei membri di un determinato gruppo di prestarsi reciproca assistenza e il comportamento che ne deriva: s. di classe, umana

1b) partecipazione umana e morale o impegno diretto offerti a chi è in una situazione critica o dolorosa: gesto, manifestazione di s., esprimere la propria s. ai parenti delle vittime

Avrete visto il servizio del TG1 in cui una giornalista tentava di intervistare gli amici dell’autore (italiano, quindi non passibile di linciaggio) dell’ormai famigerato "Stupro di Capodanno". Dico tentava perchè non credo fosse possibile tirare fuori qualcosa di intellegibile dai soggetti in questione nemmeno con l’ipnosi (o con il waterboarding).
Praticamente gli amici del coatto di Fiumicino si sono messi ad appendere striscioni per esprimere solidarietà all’amico arrestato, sostenendo la sua innocenza nonostante la confessione, con frasi toccanti tipo "chi parla male di te è per te non ti conosce". Mi viene in mente un pezzo di Federico M. Sardelli sul Vernacoliere in cui si parlava di una raccolta di fondi CONTRO le vittime dello tsunami…

Ecco, questo mi pare un caso lampante di "armonia perfetta, concordia con altri nel modo di pensare, di sentire, di agire o condivisione degli impegni e delle responsabilità assunte insieme ad altri a cui si è legati da rapporti di affinità ideologica o da comuni interessi": se lui è così testa di cazzo è inevitabile che anche i suoi amici lo siano, così come accade spessissimo che ad esempio i genitori difendano o giustifichino a prescindere i figli anche di fronte a comportamenti allucinanti ("mio figlio non lo farebbe mai…è colpa delle cattive amicizie…."). Quindi in buona sostanza direi che è il caso di andare a linciare gli amici di questo stronzo, i pullman partono da Guidonia alle 19, sempre che non si voglia fare differenze fra questo stronzo e i quattro stronzi di Guidonia con i loro amici altrettanto solidali, che hanno rischiato il linciaggio l’altro giorno, magari solo perchè sono stranieri e non facenti parte della categoria "coatto italiano medio".

Tra l’altro ieri il Manifesto ricordava questa notizia di qualche tempo fa, guarda te a volte le coincidenze….

Solidarietà, si diceva, come quella che Carlos Dunga, CT della nazionale Brasiliana di calcio, ha espresso nei confronti di Robinho, attaccante  del Manchester City e della Seleçao anche lui recentemente colpito da un’accusa di stupro (On. Mantica, perchè boicottare la nazionale per Battisti e non perchè il suo allenatore difende pubblicamente un presunto stupratore?). Deve essere una moda. C’era anche il gruppo su Facebook.

Così come saltarono fuori numerosi fan di Amanda Knox, la biondina yankee accusata di aver partecipato al tentato stupro e all’omicidio di Meredith Kercher a Perugia. Direi che il campo della solidarietà agli stupratori è bello affollato….

Potrei fondare un gruppo per esprimere solidarietà a qualche assassino, sì. C’è il povero Olindo Romano con la moglie Rosa Bazzi, che viene anche provocato ora che è in carcere

poverino….
Altrimenti c’è Mario Alessi….gliene hanno dette di tutti i colori….In fondo era Italiano, lavoratore…mica era un rumeno….

Però c’è chi fa di peggio. Perchè se è vergognoso dare solidarietà a uno stupratore, o assurdo darla a uno che ha ammazzato un bambino a badilate, che dobbiamo dire a chi ha espresso solidarietà nei confronti di un soggetto che ha massacrato deliberatamente più di 400 bambini in 22 giorni? Pensateci…

Io intanto vado avanti: sempre parlando di "capacità dei membri di un determinato gruppo di prestarsi reciproca assistenza e il comportamento che ne deriva" come non citare l’accordo recentemente raggiunto da Maggioranza e Opposizione per fottere tutti i partiti minori?
Ok, la maggior parte di questi partitini merita di non andare in Parlamento (soprattutto perchè i loro dirigenti avrebbero dovuto  essere, loro sì, ammazzati a badilate da piccoli), ma ciò deve accadere per la scelta da parte degli elettori di non votarli, non perchè i partiti più grandi mettono uno sbarramento per annullare di fatto i voti di quei pochi che si sentono rappresentati dalle formazioni minori. Parliamo comunque di centinaia di migliaia di voti, elettori che non sono rappresentati nel parlamento italiano e che non lo saranno nemmeno in quello europeo NON per loro scelta, ma perchè PD, PDL, Lega, UDC e IDV si sono messi d’accordo per far fuori tutti quelli che hanno qualche punto in meno di loro.
Ognuno ci guadagna il suo, in particolare PD e IDV contano di raccattare i voti che molti elettori di Sinistra riterranno utile convogliare verso di loro per non rischiare di votare per qualcuno che non verrebbe comunque eletto.
Bel lavoro, questa sì che è "reciproca assistenza".

L’unico senso in cui questo Paese, in cui si picchiano i richiedenti asilo, si odiano gli assassini ma solo alcuni, si cerca la giustizia sommaria ma solo nei confronti di alcuni crimini o meglio criminali ecc. ecc., non sembra mai intendere la parola "Solidarietà", è il secondo che riporta il dizionario che ho citato:

1b partecipazione umana e morale o impegno diretto offerti a chi è in una situazione critica o dolorosa

Però siamo bravissimi a fare finta.

CRISTO, È SOLO MARTEDÌ…..



‘Sta settimana non la passo…..
Dice che per salvare posti di lavoro in Gran Bretagna stanno pensando di fare una sorta di "part-time generalizzato", con la settimana lavorativa di tre giorni…. ‘ndo se mette la firma?

Cominciamo da un paio di notiziole così, tanto per essere fieri del nostro paese, dove fra un raid anti immigrati e l’altro, Repubblica e tutti gli altri media ci informano che quando la polizia pesta un gruppo di richiedenti asilo che manifestavano, non autorizzati, perchè la loro situazione si sbloccasse, dopo che per sei mesi sono stati parcheggiati in un centro della croce rossa, parliamo di "scontri", così come quando polizia e manifestanti si menano come a Genova si parla di "devastazione e saccheggio".
No, basta saperlo, uno si regola….
A questo aggiungiamo la recente trovata di Maroni, che con una direttiva "rappresaglia" emanata dopo la preghiera allestita da un gruppo di musulmani in Piazza del Duomo dopo una manifestazione pro-Gaza a Milano, di fatto elimina il diritto di manifestare in praticamente ogni città d’Italia: vietare manifestazioni vicino alle chiese in un Paese come il nostro significa che o le fai in mezzo all’adriatico o non le fai, così come la richiesta di una "cauzione" da versare per i possibili danni provocati di fatto sancisce che solo i soggetti politici più "abbienti" saranno autorizzati a manifestare.
Quindi, ricapitolando, praticamente ogni manifestazione sarà "non autorizzata" come quella dei rifugiati e quindi la polizia potrà picchiare senza problemi, anche perchè la colpa degli "scontri" sarà come sempre dei soliti facinorosi. Mi sembra chiaro, no?

Sempre in ambito di repressione, è in atto una vera e propria guerra a Milano contro i Centri Sociali, l’ultimo sgombero è stato dello storico Cox 18/Conchetta.
Al di là dei vari discorsi che si possono fare sui CSOA, non sempre lusinghieri, non è comunque positivo il clima che si respira nelle nostre città: non so se ve ne siete accorti, ma stanno di fatto imponendo a colpi di ordinanze dei sindaci e spesso di manganello non tanto l’ "ordine pubblico", quanto un "modello culturale", che vuole le città come vetrinette promozionali con la gente che non esce da case e centri commerciali se non in maniera stabilita, ordinata e "normata", anche se in fondo è comunque meglio se stanno a casa a guardare la TV. Il tutto condito con un bel po’di razzismo e di "terrorismo mediatico". Perchè una popolazione impaurita è una popolazione che ragiona poco e si manipola più facilmente, come spiegava Michael Moore nell’ottimo Bowling for Clumbine.
In quest’ottica va letta la decisione della Giunta comunale di Lucca di vietare i ristoranti "di diverse etnie" (testuale) nel centro storico, e di fare in modo che venga vietato "il bivacco", quindi la consumazione di alimenti e bevande al di fuori di bar e ristoranti.
Decisioni simili sono state adottate anche a Roma da Alemanno, che dopo essersi ripreso dal coccolone che gli stava prendendo per la minaccia di esondazione del Tevere ha lanciato l’ennesima crociata-spot
contro il divertimento notturno nel centro di Roma (tutti sobri e a letto presto, che la Domenica si va fuori con gli scout!).

A proposito, qualche tempo fa sono stato costretto ad andare al centro commerciale Porta di Roma. Sono assolutamente certo che all’interno ci fossero miliziani di Hamas, è quindi assolutamente necessario bombardarlo massicciamente con Fosforo Bianco, preferibilmente di Sabato pomeriggio, durante i saldi.

Che poi magari uno ci andrebbe anche a spendere soldi nei centri commerciali, peccato che tra un po’non ci potremo permettere manco non dico la benzina, ma il biglietto dell’autobus per arrivarci. Perchè oltre a tutte le belle cose di cui sopra, si è recentemente firmato un accordo separato fra Governo, Confindustria e Sindacati, con l’esclusione della CGIL, per il rinnovo dei contratti. Sarebbe stato bello se qualcuno ci avesse spiegato di che si tratta, invece ci dobbiamo accontentare di sapere (sempre che leggiate qualche giornale, perchè ai direttori dei TG certe cose non interessano) che per la CGIL i lavoratori perderanno circa 1300€ l’anno, mentre per Confindustria addirittura guadagneremo circa 2000€ in più l’anno. Sul manifesto qualcosa si è letto in questi giorni, anche altri quotidiani ne hanno parlato, certo tutta roba meno importante e coperta dell’emergenza stupri o dell’interessantissima e attualissima querelle con il Brasile su Cesare Battisti che ha coinvolto niente popodimeno che la premiere dame Carlà Brunì Sarkozì Pozzamorì e la sua intervista da Fazio.
L’ultima che si è sentita è il boicottaggio dell’amichevole di calcio con il Brasile….non siamo un paese meraviglioso?
Giuro che se ci capisco qualcosa ve lo faccio sapere, l’unica cosa che ho capito è che la nuova normativa per il rinnovo dei contratti è stata approvata contro la CGIL, che nel PD una bella fetta è favorevole all’accordo separato e che anche da questo testo trapela la volontà del Governo di spingere per una divisione fra lavoratori di pubblico e privato. Leggetevi l’articolo del Manifesto che qualcosa dice.

…e la cosa peggiore è che è solo Martedì….dite che se vado a linciare Sacconi e Brunetta da Guidonia qualcuno me la viè a dà una mano?