UNA GRAVE MANCANZA

C’è stato un episodio che ha giustamente destato grande indignazione nella giornata di ieri, primo Maggio, un episodio che ha rovinato il clima della Festa dei Lavoratori e che speriamo non si ripeta.

Non parlo ovviamente dei fischi alla Moratti, voglio dire, un’ industriale che si presenta alla manifestazione del Primo Maggio come candidata di una maggioranza che ha fatto della macelleria sociale il suo tratto distintivo deve ringraziare il suo dio che non le abbiano tirato bulloni, altro che fischi….
(Lo stesso vale per il 25/04, se si fossero presentati anche le altre volte alle manifestazioni per la Liberazione forse non li
avrebbero fischiati, ma dopo 5 anni in cui nemmeno il Presidente del Consiglio non si è mai degnato di mostrare la sua faccia da cazzo alle celebrazioni non dico dell’A.N.P.I, ma con il Capo dello Stato, che cazzo pretendono? Che le loro provocazioni elettorali vengano interpretate come sincera adesione all’evento?)

Il fatto che ha rovinato l’atmosfera di festa è stata la mancanza al concertone dei sindacati del più grande musicista italiano, dell’uomo che (a suo dire) è stato per anni "er chitarista più veloce d’Europa" e che ha deliziato il paese per anni con i suoi arpeggi micidiali, con gli assoli infernali e con i suoi spettacoli intensi ed emozionanti. Un uomo, un Mito, una parrucca: Richard Benson.

Voglio dire, se deve suonare Ligabue, perchè non far suonare anche il Re dei Parucconi? Se volete rifarvi e avere dei saggi della sua bravura e dell’amore che il pubblico ha per il Riccardo Benzoni (per dire, in un concerto j’hanno tirato un pollo che lui ha poi ovviamente sacrificato a Satana, e l’ultimo all’Alpheus è stato interrotto perchè l’hanno preso co’ ‘na bicchierata…), non potete perdervi due siti:

Area downloads con un pacco di materiale audio e video, concerti e le mitiche puntate delle sue trasmissioni "Ottava Nota" e "Cocktail Micidiale" http://www.ilsimposiodeischifosi.tk/

Reportages dei recenti concerti del Benzoni con foto e mp3: http://www.fusiditesta.com/speciali.php

Imperdibile in particolare la mitica Hit di Richard, Madre Tortura (Parrucca!!), nella versione Live del Coetus Pub del 2003, immaginate come sarebbe stato "intenso" il concerto di P.zza S. Giovanni con lui che sale sul palco con un milione di persone che gli urlano "PA-RU-CCA!!!! PA-RU-CCA!!!! PA-RU-CCA!!!!) insultandolo e lanciandogli oggetti. http://www.fusiditesta.com/download/nataledelmale/Madre_Tortura.mp3

Si è persa l’occasione di avere un evento rock paragonabile solo al Live dei Pink Floyd a Venezia, o al concerto di Roger Waters sulla Potzdamer Platz a Berlino.

 

Annunci

STRESS

E si attendono gli exit poll….

che stress….che poi tocca aspettare le proiezioni, ma gli exit poll sono un po’come pigliarsi due roip mentre aspetti il tipo con la roba…. intanto ti calmi un minimo….

COGLIONI

Una piccola proposta per coloro come me che voteranno per uno dei partiti dell’Unione nonostante non siano propriamente "affascinati" dal parroco di campagna Prodi e dal suo programma.

Mi sono detto: "Che palle, io li voto solo perchè non reggo più il Nano e la sua cricca e questi si beeranno anche del mio consenso, almeno voglio farglielo presente, anche se non serve a un cazzo…."

Ho deciso che se vinceranno le prossime elezioni, avranno 5 anni per farsi rieleggere, non avranno più bisogno del mio voto nel 2011, e se non sarà così sarà colpa loro e di nessun altro.

Ho quindi deciso di spedire questa "lettera" a tutti gli indirizzi di partiti e giornali di centro-sinistra che ho trovato (li trovate alla fine, copia-incollateli nel campo "to" o "a" della vostra mail), se siete d’accordo fatelo anche voi, e girate questa mail a più gente possibile. Non serve a nulla ma almeno avrete la coscienza a posto….

Gentili Sig.ri dell’Unione,
sono uno dei tanti "coglioni" che il 9 e 10 Aprile voterà per uno dei partiti della vostra coalizione, sono una persona di
Sinistra, per qualcuno, anzi per molti un "massimalista" o un "estremista".
Non mi piace il vostro programma, ma vi voterò.

Non mi piace la vostra posizione ambigua e altalenante sulla guerra e sulle guerre, non mi piacquero la vostra scelta di appoggiare l’intervento USA in ex-Jugoslavia nè gli agghiaccianti deliri sul presunto Ulivo mondiale insieme a gente come Clinton e Blair, nè mi piace il vostro atteggiamento, meno servile rispetto a Berlusconi e Martino ma comunque servile, nei confronti degli Stati Uniti d’America. Ma vi voterò.

Non mi piace l’appoggio alle politiche liberiste che caratterizza una parte maggioritaria della vostra coalizione, che in Europa vota la direttiva Bolkestein, che è favorevole alla liberalizzazione di servizi che dovrebbero garantire diritti come l’acqua, che va a braccetto con le lobbies economiche e bancarie e che riceve sostegno politico persino dai galantuomini di Confindustria. Non mi piacque il pacchetto Treu che introdusse una precarietà selvaggia nel mercato del lavoro, nè mi piace sentire i discorsi di quella stessa parte della coalizione che parla solo di "modifiche" della legge 30. Ma vi voterò.

Non mi piace lo "zerbinismo" cronico nei confronti di Ruini e compagnia da parte dei "centristi" dell’Unione (DS inclusi), l’esaltazione acritica e qualunquista fatta del passato Pontefice da parte di tutti i partiti (inclusi gli pseudo-comunisti di PRC e PdCI) che per seguire la "corrente" hanno scordato Pinochet, l’Opus Dei, l’opposizione alla contraccezione e le discriminazioni di omosessuali e coppie di fatto. Ma vi voterò.

Non sopporto la presenza nella vostra coalizione di gente che è stata responsabile per decenni dello sfascio politico, morale, sociale ed economico del paese, come i De Mita, gli Intini, i Bianco. Non sopporto che si definisca "di Sinistra" un partito come la Rosa nel Pugno, che è presidenzialista quanto AN, liberista e filo americano quanto Forza Italia, solo perchè è uno dei pochi partiti a parlare di laicità dello Stato e Antiproibizionismo. Non sopporto la tendenza di tutti i politici della vostra coalizione ad andare dietro ad ogni cazzata che spara Berlusconi invece di parlare di cose serie, contribuendo all’instupidimento politico della popolazione, nè sopporto il continuo e idiota presenzialismo televisivo (qualcuno dica a Pecoraro Scanio di non guardare sempre in camera come Cucuzza). Ma vi voterò.

Non sopporto la tendenza dell’ala sinistra della vostra coalizione di cercare di mettere il cappello su tutti i movimenti possibili e immaginabili per raccattare voti, salvo poi prendere le distanze non appena qualcuno esce dal "politically correct" dicendo cose sacrosante, come che Quattrocchi era un mercenario e che Nassiryia fu un atto di guerra contro una forza occupante, ma che non vanno bene per far bella figura al TG5. Trovo anche squallido che per cercare di raccattare voti fra chi crede poco alla politica istituzionale si candidi gente che sta nei movimenti sociali come i democristiani stavano in parlamento, tipo Caruso. Ma vi voterò.

Vi voterò UNICAMENTE per non avere più al governo i razzisti della Lega, gli affaristi e P2isti di FI, i mafiosi dell’UDC, i fascisti di AN e Alternativa Sociale; per non avere più un governo che fa una legge sulle droghe che se applicata manderebbe in galera metà dei giovani italiani, per non dover essere preso per il culo da tutto il mondo perchè il Presidente del Consiglio si comporta come un ragazzino in gita scolastica e che impegna il parlamento a curare i propri interessi economici e giudiziari, per non avere un governo che legalizza l’omicidio in difesa "della roba" o che insulta quotidianamente due miliardi di musulmani e un miliardo e mezzo di cinesi, per non avere in parlamento una maggioranza che rimpiange Mussolini e che preferisce i fascisti ai partigiani, per non dover vedere il mio paese rappresentato da gente come la Mussolini, Tremaglia, Calderoli e Borghezio.

Se con il mio voto vincerete le elezioni, avrete 5 anni per governare e stare al potere, comode poltrone e lauti stipendi. Ma non avrete più il mio voto, starà a voi meritarvi in 5 anni i voti degli altri elettori, e sarà vostro l’onere di farmi cambiare idea, eventualmente.

Io Domenica vi voterò perchè credo non si possa fare altrimenti, ma nel 2011 spero di poter non dover essere più così coglione, e spero che voi mi abbiate dato un motivo per votarvi, con un minimo di convinzione.

Un Coglione

scrivi@perlulivo.it; larepubblica@repubblica.it; repubblicawww@repubblica.it; rubrica.lettere@repubblica.it; unitaonline@unita.it; lettere@unita.it; politiche@unita.it; contatti@dol.it; m.marcelli@dsonline.it; redazioneweb@dsonline.it; f.mercuri@dsonline.it; p.porciello@dsonline.it; ambiente@dsonline.it; terzosettore@dsonline.it; entilocali@dsonline.it; progetto@dsonline.it; comunicazione@dsonline.it; diritti.civili@dsonline.it; donne@dsonline.it; formazionepolitica@dsonline.it; giustizia@dsonline.it; infanzia@dsonline.it; informazione@dsonline.it; innovazionepa@dsonline.it; esteri@dsonline.it; lavoro@dsonline.it; mezzogiorno@dsonline.it; organizzazione@dsonline.it; cultura@dsonline.it; sapere@dsonline.it; scuolaformazione@dsonline.it;
universitaricerca@dsonline.it; tesoriere@dsonline.it; welfare@dsonline.it; agricoltura@dsonline.it; mailing_cods@dsonline.it; elettorale@dsonline.it; immigrazione@dsonline.it; protezionecivile@dsonline.it; sinistraecologista@dsonline.it; sede@margheritaonline.it; areaorganizzazione@dlmargherita.it; web_info@radicali.it; segreteria.roma@radicali.it; socialisti@sdionline.it; enricoboselli@sdionline.it; carlocorrer@socialisti.org; gianfrancodottavio@sdionline.it; antoniodipietro@antoniodipietro.com; segreteria@antoniodipietro.com; italiadeivalori@antoniodipietro.it; info@italiadeivalori.info; redazione@italiadeivalori.info; chat@verdi.it; info@verdi.it; elettorale@comunisti-italiani.org; lettere@corriere.it; redazione@ilmanifesto.it; lettere@ilmanifesto.it; redazione@ilriformista.it; direttore.italiasera@libero.it; posta@liberazione.it; politica@liberazione.it; prioritaria@ilmessaggero.it; cronaca@ilmessaggero.it; lettere@metroitaly.it; lavostraemail@rai.it; quotidiani@rcs.it; cityroma@rcs.it; invideoveritas2@gmail.com; segnalazioni@beppegrillo.it; stampaweb@lastampa.it; lettere@lastampa.it; portale@ansa.it; webinfo@adnkronos.com; redazione@apcom.it; tg3@rai.it; tg3politico@rai.it; espresso@espressoedit.it; fausto.bertinotti@rifondazione.it; daniela.santroni@rifondazione.it; paolo.ferrero@rifondazione.it; imma.barbarossa@rifondazione.it; organizzazione.prc@rifondazione.it; loredana.fraleone@rifondazione.it; mastella@clementemastella.it; info@popolariudeur.it;

MAMMA, TI ARRESTO! – IL GRANDE PROGETTO DI FINI

Il nostro solerte governo ha infilato nel decreto relativo alle Olimpiadi un emendamento che ricalca il disegno di legge Fini sulle droghe, un po’come infilare nella legge sui segnali stradali la riforma della legge elettorale….
Dietro a questo provvedimento, che se applicato alla lettera porterà all’arresto di più o meno il 50% della popolazione sotto i 30 anni, c’è una logica precisa che non è come erroneamente denunciato dall’opposione e dalle associazioni di settore, la classica volontà di repressione e di limitazione delle libertà personali tanto cara ai fasc…..ehm….alla destra democratica.
Dietro c’è un disegno di più ampio respiro, che avrebbe come effetti positivi la creazione di nuovi posti di lavoro, una riduzione drastica del traffico, la soluzione all’emergenza abitativa o al sovraffollamento degli ospedali e tanti altri. Il progetto è semplice: arrestare almeno metà della popolazione italiana.
Se la CdL vincesse le prossime elezioni, Fini ha già pronta la proposta di legge che renderà penalmente perseguibili:

– scorreggiare in autobus all’ora di punta (tentata strage colposa)
– l’assunzione di Calippi e Ciupaciupsss (atti osceni in luogo pubblico)
– l’essere FROCI (e vorrei ben vedere….)
– comprare il Manifesto, l’Unità e Lanciostory (associazione a delinquere con finalità eversive)
– il portare barba o capelli lunghi (MARZIALI e VIRILI, cazzo!!!!!)
– essere sovrappeso (per questo verrà arrestata anche la mamma di fini, ma si sa il politico integerrimo non guarda in faccia a nessuno)
– essere NEGRI oppure ARABI (e anche qui….)
– non salutare romanamente il proprio idolo allo stadio
– portare le scarpe slacciate
– uscire la sera invece di guardare Panariello
– scaccolarsi

Castelli già aveva detto che per risolvere il sovraffollamento delle carceri bisogna costruirne di nuove, questa è una parte del piano, ovvero la prima fase nella quale si toglie una parte della popolazione dalle città/liste di collocamento/ospedali ecc. ecc. La seconda fase è riempirle talmente tanto da incrementare ulteriormente il numero dei suicidi in carcere, producendo una benefica diminuzione della popolazione (in particolare neri, omosessuali e comunisti), fatto che aiuterebbe anche a risolvere il problema delle pensioni, senza gravare sulle spalle dei cotribuenti che così potranno evadere le tasse senza avere più rimorsi.
Poi se non gliela fanno passare come legge ci s’ha sempre i vagoni piombati…..