DOMANDE


Dopo le famose 10 Domande che Repubblica ha fatto a Berlusconi sul caso Noemi, anche un sito inglese, quello dell’associazione Open Democracy, ha pubblicato le sue 10 domande, alle quali Berlusconi non risponderà, ovviamente. Quello che mi preme far notare è che mentre Repubblica pone 10 domande che sono più o meno quelle che avrebbe potuto porre maliziosamente una Silvana Giacobini, direttrice di Diva e Donna, o un finocchissimo Alfonso Signorini, direttore di Chi, da Open Democracy chiedono lumi su qualcosina di un pelo più serio, tipo non so, il Processo Mills o il conflitto di interessi…

Per darvi un’idea, questa è la domanda n°6 di Repubblica è questa:

“Quante volte ha avuto modo di incontrare Noemi Letizia e dove?”

La n° 6 di Open Democracy è questa:

“Oltre alle critiche rivolte al Parlamento italiano, lei attacca regolarmente i giudici per il loro "pregiudizio" e la loro "insanità". Lei è stato recentemente oggetto di critiche per aver insidiato le procedure costituzionali, cosa che ha portato ad un contrasto con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, recentemente, in particolare, per il caso del diritto a morire di Eluana Englaro. E’ stato detto che lei stesso aspira a succedere a Napolitano. Può confermare la sua intenzione di voler diventare presidente della Repubblica? E in che modo arriverebbe a ricoprire questo ruolo?”

Uguale, no?

Che poi la cosa triste è che ‘sta puttanata è l’unica carta che ora come ora potrebbe risultare vincente contro Berlusconi. Perché è vero, alla gente non importa del conflitto di interessi, della corruzione, degli attacchi alle Istituzioni, no….non è roba che riesce a interessare gli italiani… Una bella storia di fica, invece, vuoi mettere? Comunque, per tenere basso il livello, per portare la politica verso la ggente, ecco le 10 domande che tutti vorrebbero fare a Silvio Berlusconi ma che nessuno ha il coraggio di fare:

1 ) La Carfagna ingoia?

2 ) Ma Bondi dal vivo fa meno schifo o è proprio così?

3 ) No, veramente, lo truccate per fare più bella figura voi?

4 ) Anche Gasparri, lo portate dietro per far sembrare intelligente Calderoli?

5 ) Silvio, me li regali 3milioni di euri?

6 ) A chi vuoi più bene, a Vespa o a Bonaiuti?

7 ) Non riesco a far crescere il basilico, te per la testa che concime usi?

8 ) Dai, anche 2milioni va bene.

9 ) Visto che non sono una ragazza Ministro non posso diventare, ma non è che se ti bombo una figliola mi fai che ne so, assessore? No, perché alla Barbara due colpi…

10) Facciamo 1 e mezzo e non se ne parla più.

No, vabbè, in realtà sappiamo che sono altre le domande importanti, ad esempio “chi siamo?”, “da dove veniamo?”, “dove andiamo?”, “perché siamo qui?”, “esiste Dio?”, “esiste una Giustizia che trascende quella degli uomini’”.
Qualche risposta ce l’abbiamo, personalmente sono Syd, vengo da Roma e 5 giorni a settimana vado a Ponte Mammolo, dove sono ora, sono qui perché mi pagano per starci, sennò sarei altrove.
Poi ogni tanto capita di leggere cose che ti fanno pensare che esiste davvero una Giustizia universale, il che non può non regalarci un sorriso.

Articolo originale in inglese.

P.S.: Vedo solo ora che su DonZauker.it hanno avuto la stessa pensata, ma mi hanno fregato sul tempo (lavoro io, mica disegno i pupazzetti). Devo ancora decidere se bearmi del fatto che ho avuto la stessa idea, rosicare perché se fossi meno cazzone avrei fregato io loro o preoccuparmi perché evidentemente sono malato di mente quanto loro, intanto il post l’avevo scritto e lo posto, e che cazzo.

Annunci

LE COSE CHE NON SOPPORTO – Prima (e forse unica) parte



Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Table Normal”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

 – Non sopporto la gente che ostruisce i passaggi. Quelli che si imbambolano davanti agli scaffali dei supermercati, che si abbioccano davanti alle porte della metro, che camminano in mezzo al marciapiede con la velocità della Montalcini con le caviglie legate cercando di occupare più spazio possibile.

 – Non sopporto di non poter girare con un machete e una maschera da hockey sulla faccia.

 – Non sopporto chi fa troppo lo snob nei confronti della televisione. Per ora, finchè non legalizzano l’omicidio seriale, non mi viene in mente un hobby migliore.

 – Non sopporto i medici. Al centro per le dislipidemie ereditarie mi hanno detto che non dovrei mangiare una serie di cose, al centro per l’ipertensione mi hanno detto che non dovrei mangiare tutte le altre, entrambi mi hanno detto che non devo bere né fumare. Ma andate in culo.

 – Non sopporto di non essere Keith Richards. La mia vita sarebbe decisamente migliore, e se non lo fosse sarei troppo sconvolto per accorgermene.

 – Non sopporto Albano. È più forte di me, il solo pensiero della sua esistenza rende le mie giornate insopportabili.

 – Non sopporto che Syd Barrett, Keith Moon, John Bohnam, Jimi Hendrix, Janis Joplin siano morti mentre Baglioni è ancora in giro.

 – Non sopporto chi pensa che sia colpa di Berlusconi se l’Italia è un Paese di merda.

 – Non sopporto i bambini, non per altro, ma perché salvo (auspicabili) imprevisti crescono.

 – Non sopporto le mamme, non per altro, ma perché oltre ad avere bambini non fanno altro che rompere i coglioni al mondo intero in virtù di questo. Signora che mi siede davanti sul treno con il suo pupo a fianco che gioca sul sedile, al prossimo calcio che mi arriva glielo sgozzo il suo nano del cazzo.

 – Non sopporto i cori russi, la musica finto rock la new wave italiana il free jazz punk inglese. Neanche la nera africana.

 – Non sopporto il mio lavoro, e nemmeno quello degli altri.

 – Non sopporto i miei colleghi, e nemmeno quelli degli altri.

 – Non sopporto di essere io quello strano quando non do importanza a certe cose, tipo la stiratura dei polsini della mia camicia o il fatto che i miei pantaloni li ho comprati a 20€ da Oviesse invece che a 120€ in un negozio più “cool”.

 – Non sopporto il politically correct, io posso dire o scrivere “negri” e “ricchioni” o “finocchi” o dare della “zoccola” a qualcuno, che ne so, alla Carfagna, una a caso, perché io non sono né razzista né omofobo né sessista. Andate a rompere il cazzo a chi dice “omosessuali” e “persone di colore” e poi vota AN, Lega o peggio.

 – Non sopporto chi fa discorsi che cominciano con "Io non sono razzista ma…" e "Io sono di Sinistra ma…" ecc. ecc.

 – Non sopporto che anche sul Manifesto di oggi ci si lamenti del fatto che Berlusconi non ha risposto alle 10 domande che Repubblica gli pone sul “caso Noemi” e del fatto che l’opposizione liquidi la cosa come faccenda privata. Certo, quello è un ex piduista con presunte frequentazioni mafiose in passato, è proprietario di metà dei mezzi di informazione e in pratica controlla l’altra metà in quanto Capo del Governo, ha riportato i fascisti al Governo dopo sessant’anni, ha fatto votare al Parlamento una serie di leggi per risolvere i suoi carichi pendenti e per favorire economicamente il suo impero economico, sta introducendo una serie di leggi da far invidia alle leggi razziali del 1938, ha fatto diventare famoso Fiorello, sta cercando di stravolgere la Costituzione, ma il Paese deve sapere se si è scopato o no quella zoccoletta. Ci deve delle risposte. Certo…

 – Non sopporto i discorsi di sociopolitica che si sentono nei bar, negli uffici, per strada. Gente che legge al massimo Leggo e che si informa tramite Libero News che pretende di avere un’opinione su qualcosa che non sia Amici.

 – Non sopporto la Democrazia. Il Governo della maggioranza in un mondo in cui la maggioranza delle persone andrebbe usata per concimare i campi.

 – Non sopporto le religioni. Se gli esseri umani non avessero inventato gli Dei, se le religioni non esistessero il mondo sarebbe un posto migliore. Se non esistessero nemmeno gli esseri umani non ne parliamo.

 – Non sopporto che ci siano strade intitolate a Capi di Stato e personaggi storici che hanno fatto massacrare milioni di persone e nemmeno una intitolata ad Andrej Romanovic Cikatilo. Quasi quasi faccio una petizione…


LO STUPRO DELL'INTELLIGENZA



Di fronte agli ultimi episodi di violenza contro le donne, come sempre il paese dà il peggio di sè. Almeno di fronte a quelli che si vuole pompare, visto che altre violenze, come quella di Anagni o di Palermo, tanto per citarne un paio, evidentemente non servono a terrorizzarci e non sono abbastanza stumentalizzabili, quindi Studio Aperto e TG2 non ci fanno un quarto d’ora di telegiornale.  Tutto quello che si vede nei TG e si legge sui giornali come sempre è un autentico stupro all’intelligenza.
Mi sembra giusto quindi dare il mio contributo, il peggio di me, scherzando anche su questo.

La politica si è subito lanciata sul pezzo, polemiche, strumentalizzazioni, dichiarazioni roboanti e tutto quello che proprio non ci si può far mancare in questi casi.
Calderoli ha ritirato fuori l’idea della castrazione chimica, convinto com’è che l’utilizzo di farmaci per far seccare i coglioni gli faranno quanto meno perdere qualche chilo.
Il Ministro delle Pari Opportunità Carfagna invece ha proposto l’istituzione di una banca dati del DNA delle persone arrestate per stupro, mi chiedo solo se dei prelievi se ne occuperà lei personalmente. (Benedetta ragazza, te però te le cerchi…)
Il Sindaco Alemanno invece non vuole permettere che le ronde non siano regolamentate, con un occhio anche all’ambiente. Gli immigrati verranno bruciati con il GPL invece che con la benzina, in modo da tenere basse le emissioni di Co2, mentre si sta pensando a una sorta di "targhe alterne": i giorni pari Rumeni e Rom, i giorni dispari tutti gli altri.

Anche i giornalisti non scherzano, come ho già detto Studio Aperto di ieri, per non gettare benzina sul fuoco, ha dedicato praticamente venti minuti di telegiornale ai due casi di Roma e Milano, senza ovviamente dimenticare di mandare varie interviste di cittadini per bene che chiedevano giustizia sommaria e roghi di immigrati. Secondo lapecorastanca se dovessero cessare questi episodi la redazione di Studio Aperto sarebbe già pronta a provvedere assoldando una task force di rumeni per mandarli a stuprare qualcuno.
Su Rai Tre l’indignata denuncia della Annunziata: "A me non mi hanno mai sdrupata nessuno".
Il direttore del TG2 ha seriamente pensato di dimettersi dopo che non è riuscito a trovare il modo di dare a un rumeno ubriaco la colpa dell’investimento del tifoso genoano fuori dallo stadio. Nemmeno il perito Carlo Torre era riuscito a spiegare come il pullman della Fiorentina potesse essere stato deviato da un calcinaccio lanciato da un rumeno mentre stuprava una minorenne, Mazza era disperato, poveraccio. Che poi lo sappiamo tutti che quelli non erano ultras, ma solo bravi cittadini che volevano linciare Mutu.

Ora attendiamo con ansia che l’inizio di Sanremo faccia sparire l’emergenza stupri dai telegiornali, sempre che da Studio Aperto non mandino qualcuno a stuprare Povia, così possono prendersela in una volta sola con i rumeni, con i froci e perchè no, con Prodi che ci sta sempre bene.

Chiudo invitandovi come sempre a guardare sul sito del corriere quali sono le notizie più lette. L’Italia è un posto meraviglioso ed è tutto intorno a noi.

E ANCHE 'STO 2008 SE LO SEMO LEVATO DAI COJONI

Oggi ultimo post del 2008, come ogni fine anno questi sono i giorni dei bilanci e dei buoni propositi. A fare buoni propositi ormai ho rinunciato da anni, anche perchè la lista cominciava sempre con "dovrei bere di meno" seguito da una fragorosa risata e dal rumore di una Ceres che si apre, quindi…

Per i bilanci….beh, che dire….bell’anno di merda.

Il 2007 si era chiuso con la strage alla Thyessen, l’assassinio di Benazir Bhutto e la nascita della Sinistra Arcobaleno. Tre tragedie insomma.

Il 2008 inizia con la caduta del Governo di centrosinistra, che porterà alla catastrofe elettorale che tutti conosciamo. Dice sei acido, certo che sono acido, come fate voi a non essere acidi dopo che dal 15 Aprile ogni giorno Capezzone, quello simpatico come la merda, rilascia una dichiarazione a tutti i telegiornali? Anzi che non ho ancora messo mano a quello solforico di acido. E non è una questione di vederlo o non vederlo, a me basta solo pensare che esista Capezzone per farmi girare le palle.


Di avvenimenti ce ne sono stati parecchi, in campo sportivo non si possono dimenticare le Olimpiadi di Pechino, che passeranno alla storia come la più grande stritolatura di coglioni ipocrita (parlo delle polemiche sul Tibet, di cui guarda un po’ non frega più nulla a nessuno) dai tempi di Saddam Hussein.
In campo antropologico l’evento che ha confermato le recenti teorie secondo le quali gli esseri umani stanno regredendo a un livello tale che nel giro di un paio di decenni Il Pianeta delle Scimmie potrà essere studiato come i testi di Nostradamus è stato il lancio dell’ iPhone, ennesima puttanata tecnologica che ha visto migliaia di imbecilli accamparsi ore prima del lancio davanti ai negozi, per essere i primi ad effettuare il fondamentale acquisto e per garantirsi un elevato punteggio per l’elezione de "l’ Imbecille più Imbecille del 2008". Ovviamente conferme erano arrivate in passato, ad esempio per le uscite dei libri di Harry Potter, e confidiamo che non ne mancheranno in futuro. Magari un giorno qualcuno ci spiegherà cosa succede se uno l’iPhone se lo compra una settimana dopo l’uscita, senza fare 18 ore di fila accampato con la tenda e la Protezione Civile che deve distribuire aiuti…voglio dire, ti squalificano?


Poi c’è stato il Crack! No, drogati di merda, non hanno legalizzato QUEL crack, parlo del crollo finanziario, quello che l’anno prossimo farà sì che i culetti di un sacco di poveracci dovranno rendersi accoglienti e disponibili, mentre gli stronzi che hanno provocato tutto questo casino il culo lo hanno già avuto parato dai vari Stati, senza nemmeno darci la piccola gioia di un’epidemia di suicidi a catena come accadde nel ’29. Famo er mercato, famo er mercato, ma quanno finite col culo per terra i soldi ce li dovemo rimette noi, eh? Così so’ boni tutti….


Altra cosa che mi preme ricordare, solo per tirarmela e per darmi ragione da solo, l’andamento delle emergenze mediatiche a cavallo delle elezioni.
La fine del 2007 era stata caratterizzata da un autentico bombardamento mediatico contro Rom e Rumeni, proseguito ovviamente fino alle elezioni e cavalcato ad arte da molti politici di centrodestra, primo fra tutti Alemanno, che poi ci ha vinto le elezioni a Sindaco di Roma (anche grazie al suicidio fatto dal PD di candidare Rutelli….no, dico Rutelli….ma come caz….bah…. ). Beh, ora come ora per farsi notare questi sono costretti a darsi fuoco….sì, c’è stato quel periodo subito dopo il voto in cui c’è stata la caccia allo zingaro, i roghi dopo la bufala del rapimento del bimbo a Ponticelli (a proposito, qualcuno sa dirmi se c’è stato poi un qualche procedimento aperto per tentato rapimento? Qualcuno incriminato, un processo…..nulla, ve’?), ma la legalizzazione dei roghi di zingari era nel Programma, qualche promessa elettorale questi la devono anche mantenere, no?


Però è tornato il terrorismo islamico, avevano iniziato di nuovo, moschee, terroristi….. alla fine li ha fregati giusto una cosa, e veniamo ad un altro aspetto caratterizzante del 2008. La Guerra!
Un anno coi fiocchi, non c’è che dire, i casi più eclatanti sono stati il conflitto in Caucaso e quello solito Israelo-Palestinese (prima ancora dell’operazione attualmente in corso c’era stato in Gennaio un po’di casino, con il valico di Rafah che venne fatto saltare per consentire agli abitanti di Gaza stremati dai blocchi Israeliani di fare rifornimenti, insomma, non se annoiano da quelle parti….. chissà che fanno loro a Capodanno… dico oltre a morire… ). In realtà se Israeliani e Palestinesi smettessero un po’ quasi mi dispiacerebbe, in fondo oltre che abitudinario sono anche un po’nostalgico…


Poi? Che altro ci vogliamo infilare? Ok, Obama, certo. Ha vinto Obama, gli USA hanno un presidente neGro, quindi ora cambia tutto, yeah!
Immagino quindi che dopo l’insediamento gli USA faranno pressioni su Israele affinchè rispetti le risoluzioni ONU e smantelli il suo arsenale nucleare illegale, immagino che tolgano l’embargo a Cuba ecc. ecc. No? No, eh… Però è neGro, dai! Non che non sia una grossa novità, diciamo che è l’operazione di Marketing meglio riuscita da quando la Coca Cola si è "inventata" Babbo Natale. Ah, ovviamente escludendo Luxuria all’Isola dei Famosi. Quello sì che ci aprirà la strada per la Rivoluzione.


L’ultima cosa che voglio ricordare è che fra i tanti che se ne sono andati, fra tutti cito al volo Dino Risi, Richard Wright, Jeff Healey e Bo Diddley, nel 2008 ci ha lasciati un grandissimo, che ho scoperto purtroppo solo di recente, ma che considero un Genio, e io sono uno che non concede certi appellativi con facilità: Geroge Carlin.

Insomma, un altro anno se ne va, siamo tutti invecchiati, o almeno chi ci è riuscito è invecchiato…
Sicuramente ho scordato molti avvenimenti, su qualcuno ho preferito sorvolare (non è vero, sono rincoglionito, lo sapete, semplicemente me sarò scordato…no, vabè, la Gelmini, gli Europei, la Carfagna e Bocchino, in entrambi i sensi…che cazzo, mica posso parlare di tutto, no?). Personalmente continuo a lavorare su me stesso, sul fegato in particolare, ogni giorno stendo un piccolo velo di colesterolo sulle mie arterie, dando il mio piccolo contributo alla mia personale riforma delle pensioni: non arrivare all’età pensionabile.
Un altro anno è finito, ci aspetta un 2009 pieno di incognite, l’unica cosa che mi lascia un po’ preoccupato è che il 2009 ci aspetta con un guanto di gomma in una mano e un barattolo di vasella nell’altra, per non parlare del ghigno sadico sulla sua faccia…che dio ce la mandi buona….

…a proposito, ora che ci penso quel ghigno l’ho già visto da qualche parte…



IL MONDO È UN POSTO MERAVIGLIOSO


No, non sono impazzito, dico sul serio, il Mondo è un posto splendido, dove gli esseri umani possono realizzarsi pienamente, dando libero sfogo alla loro idiozia, regalandoci perle spettacolari, come quelle che voglio condividere con voi oggi.

*****

Prima perla, notizia sul Corriere.it di oggi: Michael Jackson si sarebbe convertito all’Islam, dopo aver abbandonato i Testimoni di Geova di cui faceva parte. Ora si farebbe chiamare Mikaeel che sarebbe il nome di un Angelo di Maometto.
Non so esattamente se la sharia preveda qualcosa per chi si fa plastiche facciali a manate e ha un gusto di merda nello scegliere i vestiti, quello che è certo è che Calderoli e Borghezio si sono già armati e sono partiti per la caccia: quando lo ritrovano uno pedofilo, negro e musulmano tutto insieme?

*****

Seconda perla, da Tgcom.it: Italo Bocchino smentisce un suo flirt con Mara Carfagna, supposto da Novella 2000 tempo fa, dopo che i due erano stati visti fare shopping insieme. Ora, io non voglio tornare su argomenti scabrosi, ci sono anche delle querele, dei processi che andranno fatti…. ma benedetta ragazza…. pure te….. di tanti che potevi frequentare, proprio uno con quel nome?
C’è anche un’altra versione, che smentisce la tesi della comicità involontaria, su questo sito si riportava un’ipotesi complottista ed agghiacciante:

Mara Carfagna di questi tempi viene spesso vista in giro con Italo Bocchino. E’ chiaramente una manovra per depistare tutti quelli che cercano su Google "carfagna bocchino" (mikebongiorno)

*****

Non è finita qui, terza perla, perchè sono un cinico bastardo. Leggo su Repubblica.it la notizia della strage di Verona:

"Strage nel quartiere residenziale di San Michele Extra. Lui commercialista, lei avvocato
Avevano tre bambini di tre, sei e nove anni. Trovati dalla donna delle pulizie, uccisi ieri sera
Verona, stermina la famiglia
uccide moglie e 3 figli, poi si suicida"

Cosa ha colpito la mia attenzione?

Questo: "Lui Commercialista […] tre bambini di tre, sei e nove anni"

Deformazione professionale? Questo sì che è amare la matematica…

lo so andrò all’inferno per questo, ma come diceva Wilde "il Paradiso lo preferisco per il clima, l’Inferno per la compagnia".