COMPLEANNI


soffiate sulle candeline…

(dio quanto mi piace essere così bastardo)

Annunci

OTTIMISMO



"OTTIMISMO – Hey! Quello sembra un cassonetto pieno di materassi!"

Non ho mai capito chi fosse l’autore della battuta "la sfiga è un amante fedele, non ti lascia mai, nemmeno quando sei nella merda", ma mai parole furono più sagge, specie di questi tempi.

C’è la crisi economica, oggi nuovo crollo, abbiamo un Governo sempre più agghiacciante, l’opposizione da una parte litiga sul PSE, sulla Leadership e sulla Questione Morale, dall’altra litiga per decidere se sia meglio fare una rivista, "Rifondazione Comunista" (i Ferreriani) o le primare su Facebook (i Vendoliani), il Papa fa proclami a reti unificate ogni giorno, proclami che sarebbero stati considerati retrogradi ai tempi di Innocenzo III e nessuno gli dice nulla. L’Italia è in recessione economica, politica, culturale, sociale, tutto. Fra un po’ cominceranno gli sbarchi dei pugliesi in Albania, fonderanno la Lega Albanese e sentiremo Ministri di Tirana dire che i clandestini Italiani vanno presi a cannonate.

In tutto questo, per tirarci su il morale, stamane una notizia che rattrista, non conta un cazzo, lo so, ma a me dispiace: è morta Bettie Page. Icona, mito, simbolo, LA Pin Up per eccellenza, una della colonne portanti di quell’immaginario collettivo a cui ci aggrappiamo quando ci vogliamo illudere che in fondo c’è un motivo per dare torto a Bill Hicks quando diceva che "Hitler aveva avuto l’idea giusta, solo non l’ha portata fino in fondo", alludendo al fatto che tutti gli esseri umani andassero fatti fuori.

Insomma, se non sapete chi era Bettie Page fate una ricerca in rete, o date un’occhiata alle sue foto, la riconoscerete sicuramente, l’immagine della Page è come la faccia del Che, come gli occhialini di John Lennon, come il sigaro di Churchill, come la mano de dios di Maradona (scrivo di proposito dios minuscolo e Maradona maiuscolo, per rispetto. Di Maradona.):

*
*

*
*

Insomma, anche stamane mi sono svegliato di buon umore, che altro aggiungere:

*
*

DI TUTTO UN PO'


Cominciamo con un po’di anniversari. Casualmente il 25 Settembre cadono sia l’anniversario dell’omicidio di Federico Aldrovandi da parte di un gruppo di criminali in divisa, che l’anniversario della nascita di Sandro Pertini. Ovviamente in anni diversi, bischeri.

C’è un qualche nesso? No, però mi sembra giusto ricordare entrambi.

*****


Vicenda Alitalia: per un po’ ho sperato nella proposta dei dipendenti di comprarsela con il TFR.
Meraviglioso, una compagnia aerea autogestita dai lavoratori, l’avremmo potuta rinominare CAOAlitalia. Quello che è certo è che se anche la affidassero agli occupanti del Forte Prenestino peggio che con Cimoli non potrebbe andare.

Ovviamente scartata l’ipotesi della Compagnia Aerea Okkupata Autogestita l’ipotesi che avrei scelto io ovviamente sarebbe stata accettare senza condizioni l’offerta (poi purtroppo smentita) della Aserca Airlines, la compagnia aerea del Venezuela.
Immaginate che bello vedere Hostess e Stewards Alitalia apostrofare ogni passeggero Statunitense con l’espressione usata dal Presidente Chavez: "Yankee di Merda".

Anche il controllo Passaporti sarebbe gustoso. Tre pasaggi distinti: "Schengen" – "Passeggeri Extra UE" – "Yankee di Merda"


*****


Ok, non l’ho ancora fatto quest’anno, parliamo di Calcio, levamose ‘sto dente.


Sintenticamente, i problemi della Roma fino a questo momento:

1) Il Mercato: per il secondo anno abbiamo venduto un titolare all’Inter. L’anno scorso fra Chivu e Juan quasi quasi ci abbiamo guadagnato, quest’anno è andato via Mancini e sono arrivati Baptista e Menez.
Il primo starebbe bene in una squadra molto muscolare, non in una squadra che faceva del gioco in velocità la sua arma vincente. Calcolando che ha la mobilità di un paracarro Baptista ora come ora starebbe meglio sul Raccordo che nel centrocampo di Spalletti. Magari fra tre mesi diventerà uan scheggia, magari….
Il secondo è un giocatore che sembra avere tecnica, magari leggerino e pecca di esperienza. Di certo non è un giocatore che puoi subito buttare in campo come titolare, come è successo ieri, e pretendere che sia il salvatore della Patria. Ci vorrà tempo.
Il punto è: abbiamo cercato Di Natale e Mutu, avendo venduto Mancini, quindi un esterno per sostituire un titolare. Che cazzo se li semo comprati a fa’ un trequartista da far crescere e un "universale" di travertino che fa’ benino tutto ma che non fa bene niente? Chi li chiede e li sceglie i giocatori? Spalletti o Max Leggeri e gli altri buffoni delle Radio Private?
Altra cosa: 18 milioni per Vucinic. Ora, gli voglio bene come se fosse normale, è un buon giocatore, non un Campione (perchè il Campione è quello che ti risolve la partita anche da solo), ma 18 milioni non li vale.

2) La Rosa: secondo me la Roma negli ultimi 3 anni ha reso più di quello che è il vero valore dell’organico, e il merito va sia a Spalletti che al fatto che Juve e Milan si erano autoeliminate. Quest’anno che ci siamo anche indeboliti bisogna essere realisti: la Roma non ha un organico che gli permetta di vincere Campionato o Champions League, salvo miracoli. Se ricominciamo a giocare possiamo puntare a un buon piazzamento, fermo restando che io preferisco arrivare 5° che 4°, perchè i preliminari ti fottono la preparazione di tutto l’anno.

3) La Preparazione: abbiamo metà dei giocatori infortunati e gli altri che corrono meno di Andrade, per non parlare di Totti, che gioca una partita ogni tre (Sta male? Non giocasse, recuperasse e quando si è rimesso gioca. Non può essere che appena sta in piedi lo rimettono – o si fa rimettere – in campo, fuori forma, non rende e si rifà male. Totti ce serve come il pane, ma Totti, quello vero.). Gli unici veramente in forma sono De Rossi e prima dell’infortunio Aquilani, due reduci dall’Europeo. Che succede?

4) L’Allenatore: Spalletti è fenomenale, ha dato alla Roma un gioco splendido e ha fatto rendere la Squadra più di quello che vale realmente, l’ho scritto prima. Ma c’è un Ma.
Il Ma sta nel fatto che quando le cose vanno bene la Roma diventa un rullo compressore, quando vanno male, Spalletti non è un fenomeno a gestire la crisi, a cambiare il modulo ed adattarlo magari a un momento di forma che non ti consente di giocare a quel modo, e anche psicologicamente mi pare un po’deboluccio, non è bello vedere l’allenatore seduto e muto con lo sguardo affranto in panchina quando la squadra non gira. Qui deve migliorare, e parecchio.

Poi, ieri ci è stato fatto un furto, perchè il goal di Panucci era buono e OK; l’angolo del 2-1 non c’era, ma di angoli te ne battono 10 a partita e non puoi farti fottere così e in più il tuo migliore in campo, De Rossi, non può farsi ammonire per proteste per un angolo e farsi sbattere fuori per doppia ammonizione. Insomma, abbiamo perso più per colpa nostra, secondo me. E dobbiamo smetterla di farci venire le crisi isteriche ogni volta che l’arbitro non ci fischia qualcosa. Qua nun se semo mai ripresi dal gol di Turone….

E adesso veniamo al lato positivo, perchè bisogna essere ottimisti: se c’è vento Spalletti almeno nun se spettina.

*****


Concludo con una "vignetta", so che mi guadagnerò l’Inferno, ma mi ha fatto troppo ridere. Perchè sono Bastardo.

Un po’di statistica:



BALLE SPAZIALI

Meno male che c’è George Bush, altrimenti non si saprebbe cosa scrivere sui blog di tutto il mondo, secondo me lo dovremmo pagare….

L’ultima trovata del Presidentissimo e del suo simpatico governo, dopo aver legalizzato la tortura, in modo da garantire ai soldati (i suoi) l’immunità se si lasciano un po’prendere la mano durante gli interrogatori e gli scappa, diciamo, di tenere un prigioniero senza dormire per giorni con luce sparata addosso e musica assordante, è stata quella di dichiarare che lo Spazio è suo, nel senso degli USA, e che spetta agli Statunitensi* decidere chi può andare nello spazio e chi no.

Per garantire l’egemonia Yankee sul Cosmo, con lo scopo di salvaguardare gli interessi nazionali, garantire la sicurezza dei cittadini Statunitensi che come si sa sono a rischio continuo di un attacco alieno come profeticamente anticipato da Spielberg, e ovviamente l’intento di trovare Bin Laden (magari si nasconde nei campi di addestramento dei fondamentalisti su una luna di Giove), il governo ha stipulato un contratto con i Giapponesi, che gli hanno venduto Gundam, Mazinga, Daitarn e Jeeg Robot d’Acciaio, armamenti fondamentali per il controllo dello Spazio.

Ovviamente c’è chi non ha preso bene la cosa. No, non parlo di Russi e Cinesi, ma di Lui:

cioè, no, intendevo Lui:

Il Pontefice ovviamente ha sempre pensato che se c’era qualcuno che poteva avanzare pretese in materia di egemonia sui Cieli era lui, e un po’si è incazzato. Il portavoce del Vaticano ha rilasciato una nota in cui si denuncia "l’eccessiva Laicità di una Società che guarda al Cielo con Spirito arrogante e non consono al vero senso del concetto di Libertà dell’uomo: essere sottomessi al Vaticano". Ha inoltre ricordato che l’unico legittimo titolare dei diritti commerciali di usufrutto dell’Universo è il Pontefice, in quanto rappresentante legale di Dio, unico vero padrone di tutte le cose.

La reazione di Bush è stata stizzita: ha replicato ad una platea di giornalisti forse perplessi, ma determinati a sostenere come sempre il loro Commander in Chief, che la sicurezza degli USA non può essere messa in discussione, che se questo Dio vuole dotarsi di armi di distruzione di massa porterà la questione Vaticano al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, riservandosi il diritto di sferrare un attacco preventivo contro lo Stato Vaticano, non appena gli avranno detto dov’è, e che gli Stati Uniti non si faranno intimidire dalla minaccia del Terrorismo Islamico [!?!?! n.d.r.].

A quel punto fortunatamente Cheney lo ha sedato e lo ha portato via, con visibile sollievo da parte di Rumsfeld che già stava cercando "Vatican State" su Google Maps.

* Uso il termine "Statunitensi" perchè gli "Americani" che sono sopravvissuti al più grande Genocidio della Storia, in Nordamerica li tengono nelle riserve, un po’ come noi teniamo i Gibboni allo Zoo…

——————————————-

La Domanda di Oggi (pappparaparapaaa)

Ho letto su indymedia che ci sarebbe una prosta di Rifondazione per intitolare una sala riunioni a Palazzo Madama a Carlo Giuliani. Una bella speculazione che Caltagirone a Bertinotti gli fa una pippa, in un momento in cui PRC ha perso tutto il credito accumulato nei movimenti negli anni del governo del Nano.

La domanda di oggi è: "Ma quanto c’avete la faccia come il culo voi Rifondaroli?"

11/9

Oggi è giornata di anniversari.

Non voglio soffermarmi sulle torri gemelle, se ne è parlato e se ne parlerà già troppo, è un avvenimento già abbastanza strumentalizzato, in particolare da chi appoggia sempre e comunque gli USA e che si ciberà nuovamente, come in questi anni, delle carcasse di quasi tremila poveracci per giustificare le porcate di Bush (che sembrava non aspettasse altro).

C’è un 11 Settembre che viene dimenticato sistematicamente, l’inizio di una tragedia che è durata anni e che ha visto fra i mandanti proprio coloro che pretendono di voler "combattere il terrorismo ed esportare la democrazia": l’Undici  Settembre 1973, riporto da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Salvador_Allende

"L’11 settembre di quell’anno, le forze armate Cilene guidate dal Generale Augusto Pinochet, misero in atto il golpe cileno del 1973 contro Allende. Durante l’assedio e la successiva presa del Palacio de La Moneda, Allende morì di morte violenta.

Non sono del tutto chiare le circostanze della sua morte: il suo medico personale affermò che il Presidente si suicidò con una mitraglietta donatagli da Fidel Castro, mentre altri sostengono che fu ucciso dai golpisti di Pinochet mentre difendeva il palazzo presidenziale. Pare anche che la Massoneria, per salvare il confratello, avesse inviato un aereo per condurlo fuori dal Cile.

In seguito al colpo di stato, in Italia ci furono molti scioperi in solidarietà con Allende e il popolo Cileno. Italia e Svezia non riconobbero mai il regime di Pinochet, e per tutti i 17 anni di dittatura ufficialmente rimasero in carica gli ambasciatori nominati da Salvador Allende.

Il colpo di Stato, che molti Cileni speravano proteggesse la costituzione, ora si manifestava in tutto il suo orrore. Pinochet avrebbe di fatto regnato, non democraticamente eletto, per i successivi diciassette anni. La violazione dei diritti umani da parte del suo governo è stata, così come testimoniano precise prove documentali, sistematica prassi quotidiana, ed alla fine del lungo periodo di dittatura si stimarono più di 3.000 vittime (anche non cilene), fra morti e "desaparecidos".

Documenti ora declassificati indicano altresì come la CIA, il servizio di controspionaggio degli Stati Uniti d’America sia stato "longa manus" del governo di quest’ultimo Paese, appoggiando il rovesciamento con la forza di Allende, ed ha incoraggiato ed alimentato l’uso della tortura da parte del dittatore Pinochet."

Riporto una frase di Henry Kissinger, uno dei peggiori bastardi che la Storia ricordi, che ci spiega come funziona la Democrazia: "Non capisco perché dovremmo starcene immobili e guardare una nazione diventare comunista a causa dell’irresponsabilità del proprio popolo."

Ecco quello che Kissinger preferiva, ciò che un popolo "responsabile" dovrebbe scegliere:

http://it.wikipedia.org/wiki/Il_Cile_di_Pinochet

http://www.ecn.org/reds/mondo/americalatina/cile/cile0210pinochet.html

http://www.ecn.org/reds/mondo/americalatina/cile/cile0310testigos.html

Archivio storico delle violazioni dei diritti umani in Cile, in Castigliano e Inglese:
http://www.memoriaviva.com/

————————————————————-

Vi posto un articolo da Altrenotizie sull’11/9/2001 (ovviamente da un "altro" punto di vista)
http://tinyurl.com/eb5bu

L’UAAR lancia il suo progetto "ora Alternativa"
http://uaar.it/news/2006/09/10/uaar-lancia-suo-progetto-ora-alternativa/