SOLO VIZI

Dice devi trovà un lavoro in cui fai quello che te piace, trasformare la tua passione un lavoro. E invece stai a rompete er cazzo in ufficio e a sputà sangue dietro alla fatturazione per il fine semestre.
E’ colpa mia se io non c’ho passioni c’ho solo vizi?
Avrei dovuto trovare il modo di trasformare in un lavoro bestemmiare, ubriacarmi e vedè la Roma, Bukowski in fondo c’era anche riuscito a fa ‘na cosa del genere. Solo che lui sapeva anche scrivere romanzi e poesie, io al limite posso fa er ghostwriter per gli autori de scritte zozze nei cessi degli autogrill…

Annunci

conversazione sull’antifascismo (da twitter)

riprendo da qui: https://twitter.com/sydbarrett76/status/346848341998587906
perchè twitter è uno strumento poco adatto a discutere, dato che in 140 caratteri si finisce per semplificare troppo e a tagliare tutto con l’accetta (oh…a proposito di grillo…) e magari anche ad alzare troppo i toni. Poi però accanno perchè anche basta.

Il succo del mio discorso è che fascista/antifascista è una discriminante che almeno io mi pongo prima di decidere se una persona è una brava persona o meno, o comunque se al di là di una pacifica convivenza di comodo (non è che posso spaccare la testa a metà dei miei colleghi, anche se vorrei farlo a loro e all’altra metà pure…) possa o meno essere per me un “amico”, uno con cui condivido pezzi più o meno grossi della mia vita e con il quale ho in comune più che il salutarsi per strada.
Ed è una discriminante esattamente come lo è mafioso/non mafioso. Potresti essere amico di un mafioso? Un fascista, un razzista, un omofobo, un sessista è meglio di un mafioso, o di un pedofilo, di un trafficante di armi?
Ah, tra l’altro, quelli di casapound non sono i giovani del pdl o i tories britannici, tu dici “ragazzi di dx”, non sono ragazzi di destra, sono fascisti. non è che puoi chiamare Bukowski “lo scrittore che ogni tanto si faceva una birra”.

La storia del regalare pane e latte non cambia nulla, non è che se totò riina fa l’elemosina a un poveraccio questo lo rende una persona migliore.
Quelli di CPI, oltre a regalare pane e latte, hanno la pessima abitudine di aggredire compagni o comunque avversari politici, cosa che andava di moda all’epoca che rimpiangono. Parlano di aiutare i poveri sì, ma non in base a un criterio di necessità, dare a chi ne ha bisogno, ma in base a quello di nazionalità (aiutare solo gli italiani, ma d’altronde su questo me sa che Grillo è d’accordo…).
Fanno i convegni sulla figura di Bombacci, che aderì a quella simpatica iniziativa umanitaria che fu la RSI, alleati oltranzisti dei nazisti che in quel periodo villegiavano a Marzabotto, a Sant’Anna di Stazzema ecc. ecc.
Iannone, il capetto dei simpatici “ragazzi di dx” andava in giro a cantare della roba allucinante, cercati qualche canzone degli Zetazeroalfa.
Sono i figli di quelli che negli anni ’70 mettevano le bombe su mandato dei servizi segreti.

Per voi grillini questa gente è accettabile come compagnia? State bene così.

Chiudo con una provocazione: ai movimenti degli anni ’70 je hanno mannato i servizi e gli amici vostri fascisti, agli altermondialisti je hanno scatenato contro la polizia con i manganelli e i proiettili di Genova, a voi ve mannano Scalfari e Curzio Maltese, fateve qualche domanda.

RICAPITOLIAMO

 

Immagine

Siccome i giornalisti sono casta e a noi ci fanno schifo e siccome tanto giornali e televisioni sono solo il megafono dei partiti pagato coi soldi pubblici, leviamo i soldi ai giornali, noi non parliamo con nessun giornalista italiano che tanto sono servi, e anzi, sapete che vi dico? Vendiamo due dei tre canali RAI (mo’ non stamo a puntualizzà sul fatto che sul digitale ce ne so’ tipo una dozzina, nun è che volemo vende RaiGulp e RaiScuola che tanto nun ce se fa un cazzo) e ne lasciamo solo uno senza pubblicità e già che ci siamo, visto che c’è una sola giornalista decente in RAI oltre che a vendeje er canale (forse, siamo indecisi fra tenesse raiuno, raitre o raisportdue che ce fanno la Liegi-Bastogne-Liegi e me so’ giocato Sagan, al massimo la vendemo Lunedì prossimo) sai che facciamo? Je chiudemo pure la trasmissione, lei la mettemo al Quirinale a giocà a carte coi corazzieri, dai che a questa nun c’aveva pensato manco Ghedini.

Io mo’ non voglio esse cattivo, ma quando uno dice che questi so’ cretini come fai a daje torto?

 

LEZZIONI DI DEMOCRAZZIA

stamattina, barista a rebibbia che parlava con avventore e gli spiegava le elezioni USA e il fatto che Romney avesse perso nonostante abbia preso più voti:

“no, perchè ce so’ gli elettori normali e i grandi elettori, che so’ 18, se pure vinci le elezioni normali, quelle del popolo, alla fine se i grandi elettori hanno deciso che hai perso hai perso…”

non sapevo se piangere o abbracciarlo…

Facebook e Libertà

 

Quando sentirete parlare in qualche telegiornale di Facebook come mezzo di emancipazione e di lotta per la libertà, pensate a questa notizia, e pensate al fatto che uno strumento è buono o cattivo non in sè, ma in virtù dell’uso che ne viene fatto.

A parte i gancetti a ventosa per asciugamani che sono chiaramente strumento del demonio.