#ConfrontoSkyTG24 Il Pagellone

confronto

 

Visto più per farmi del male che per curiosità su programmi e proposte, vi regalo le mie FONDAMENTALI impressioni sul confronto fra i principali candidati alla carica di Sindaco di Roma per la quale si vota Domenica.

In teoria si dovrebbe partire dai contenuti, dalle idee dei candidati per amministrare Roma, ma devo dire che da quel punto di vista è stato tutto molto loffio: hanno detto tutti bene o male le stesse cose, qualcuno ha sparato qualche cazzata tipo la funivia della Raggi o l’interruzione della differenziata di Marchini, tutti hanno in qualche modo promesso soldi ai dipendenti pubblici (è la Capitale, bellezza), ma alla fine bene o male hanno venduto tutti la stessa fuffa, quindi tanto vale soffermarsi su altro, sull’immagine, sul marketing, sulla vendita di pentole (a proposito, potremmo fare sui bus dell’ATAC come quelli che portano le vecchie da Padre Pio, vendi le pentole per risanare il debito, tiè, guarda qua che propostina che m’è uscita così aggratise).

– MARCHINI: Prima di tutto, Arfio, nse capisce un cazzo quando parli. Un po’la parlata biascicata alla Silvio (ma parlava così pure prima dell’endorsement?) un po’ il cecio in bocca. Che poi sempre in perfetto stile Berlusconiano sarà stata na pasticchetta de Cialis: era pronto pe annà a scopà dopo il confronto. Poi, la storia del reddito, delle aziende, del trust per il conflitto di interessi… Arfio, ma che ce stai a cojonà? L’appello finale poi glielo deve aver scritto direttamente Silvio, in perfetto stile “questo è il paese che amo”, scommetto che ha pure provato a farsi mettere la calza sulla telecamera.

– FASSINA: L’immagine perfetta di come è ridotta la Sinistra in Italia: Schizzo di Flop TV, in piena botta, catapultato in uno studio televisivo a cercare la prova ontologica di sè stesso. Giuro che mi ha fatto quasi pena.

– GIACHETTI: Poveraccio. ‘Na fatica della madonna a cercare di convincerci che no, sono cambiati, non sono più il partito di una volta, Orfini ha fatto loro la cura Ludovico. Hanno anche superato il trauma della perdita della Ferilli e della Mannoia, in fondo Massimo Ghini ancora crede in loro.

– MELONI: La più coatta in assoluto, in un paio di momenti speravo le partisse definitivamente la ciavatta. Quando hanno parlato del femminicidio della magliana e le hanno chiesto se lei si sarebbe fermata si è frenata in tempo, dicendo che una volta le è capitato, prima di lanciarsi in un racconto alla Mario Brega “so scesa dalla machina cor cricche, a sto pezzodemmerda, ARZATE je facevo, ARZATE A NFAME”.

– RAGGI: Simpatica come Klaus Davi mestruato, è riuscita a dire che è colpa dei Partiti in ogni cazzo di risposta a ogni cazzo di domanda su ogni cazzo di argomento. Tipo che se le chiedi la ricetta della Amatriciana ti risponde che è colpa dei partiti se qualcuno ci mette la cipolla. Ha evidentemente frequentato lo stesso corso di recitazione di Di Battista, si indignava ogni volta che la inquadravano mentre parlavano gli altri (cit. mia moglie), scuoteva la testa, sbuffava, diceva “mamma mia”, si vede che se non va ai talk show se li è studiati molto bene perchè sembrava Elio Vito. L’appello finale recitato in perfetto stile “Gli Occhi del Cuore” con un pizzico di “Commosse“.

A proposito, ma solo io quando vedo Di Battista penso a Stannis?

Di certo c’è che vedere il confronto di ieri sera ha confermato ancora di più la mia convinzione. Io il mio candidato l’ho scelto e lo voterò con convinzione.

stocazzo

Nota seria a margine. Non si è parlato di Cultura, del patrimonio artistico, monumenti, musei…niente… tanto vojo dì, sticazzi, è solo Roma no? Le cose importanti so gli zingari e la monnezza…

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...