MASSIMO

Dicono che nella vita di un essere umano i peggiori traumi che si possono affrontare sono la perdita di una persona cara, un trasloco e dover offrire una cena a Mario Adinolfi. Io sto finendo ora un trasloco, ci metterò mesi a riprendermi, ma in questo caso gli aspetti positivi di questa esperienza compensano il trauma. Per dire, da Adinolfi non mi sarei ripreso manco dopo vent’anni di terapia, piuttosto mi sarei dovuto far lobotomizzare per non sentire più il dolore e per adeguarmi al suo livello di ragionamento.

Comunque, dicevamo gli aspetti positivi. Il primo aspetto positivo è che la nuova casa è più grande della precedente, che fa sempre bene.

Il secondo è che ho potuto conoscere Massimo.

Massimo è un factotum, viene a casa nuova a fare dei lavori di idraulica e a dare una sistemata all’impanto elettrico.

Massimo è una specie di figura mitologica, un terzo cacciavite, un terzo Futura, un terzo bestemmie.

Massimo ha una formula magica, un incantesimo per avvitare o svitare ogni vite, ogni bullone, infilare ogni chiodo, spostare ogni oggetto, che consiste nel sibilare con astio un “lllimorrrtaacccituuaaaaa”, eventualmente rinforzato da bestemmie rivolte a divinità di più epoche e continenti.

Massimo affronta ogni difficoltà che gli viene prospettata con uno spavaldo “ma che cazzo me ne frega…”, “ma sticazzi…”, “machemmefrega…”. L’avesse dovuto fa lui pe finì le 12 fatiche je sarebbero bastate manco 10 bestemmie.

Massimo mostra un’età compresa fra i 50 e i 5000 anni, come la Tatangelo.

I vestiti di Massimo non sono di questo mondo, non li vendono manco da MAS, credo li produca direttamente dalla pelle a insulti.

Massimo ce pensa lui.

Massimo c’ha le mani che so du morse e co na mano nuda ce schiaccia na noce. De cocco. Pure de vitello.

Massimo c’ha i baffi credo da quando c’aveva tre anni. Me sa pure la Futura in bocca.

Massimo non crede al complotto per nascondere la morte di Paul Mc Cartney ma potendo lo ammazzerebbe lui a colpi de cacciavite e de “limortaccitua”.

Massimo non se stanca e non suda. Se je serve al massimo tira fuori un po’ de lubrificante pe fa scorre meglio le bestemmie.

Massimo è in grado di costruire la DeLorean di Ritorno al Futuro partendo da un Califfone, un accendino scarico e un criceto.

A Massimo McGyver je fa na pippa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...