MERITOCRAZIA




Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Table Normal”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Siamo un paese talmente meritocratico che:

Manco i kamikaze so’ capaci.

Il Ministro delle Pari Opportunità, in un turbine di zoccole e corpi femminili esposti in TV, giornali e cartelloni come prosciutti alla GS e di aggressioni omofobe in tutto il Paese, nonché di fronte all’imperare di una cultura di massa che propone il meretricio mediatico come modello di realizzazione a tutte le ragazzine d’Italia, si preoccupa di vietare il burka nelle scuole pubbliche. Bene, quanti casi si sono registrati in Italia, facciamo dal 2001 ad oggi? No, perché immagino sia un fenomeno dilagante, centinaia e centinaia di casi, che i media tacciono….no?

Gli “eredi del PC” non so’ manco boni a fa’ le care vecchie purghe di una volta.

Il miglior giornale d’Italia, secondo chi lo scrive e chi lo legge, ma soprattutto secondo chi lo scrive, ma soprattutto secondo uno di quelli che ci scrivono, pubblica cervellotiche analisi socio-culturali su una notizia falsa e non verificata, facendo una figura di merda degna di Feltri.

Il prossimo Segretario del maggior partito di opposizione ha fra i suoi sostenitori Antonio Bassolino. Roba che lo frega giusto Polanski col Ministro pedofilo.

A rappresentare il Paese, come se fosse vero che le coincidenze non esistono, arriva giusto giusto un discusso spot in cui scorre un’esposizione di cosce con l’inno di mameli cambiato in “Sorelle d’Italia”, trovato in rete con il logo di Canale 5 (discusso ovviamente nell’ottica dell’offesa al sacro simbolo della Nazione, quando invece, come spesso capita, chi ha fatto lo spot non si sarà nemmeno reso conto di quanto c’abbia preso):

‘’ ”

*****

P.S. non è che pensi meno cazzate di prima, tranquilli, è che ho solo meno tempo per scriverle…

 P.P.S. che c’entra la foto di Gelli? Gelli c’entra SEMPRE.


Annunci

11 risposte a “MERITOCRAZIA

  1.  Vi adoro. A LpS un po’ di più, perchè scrive da pajura e assomiglia ad Annie Lennox. Ma pure tu Syd, ce prendi spesso. Tranne che su Travaglio. L’unico più kattivo de te..;)

  2. Il ministro per le pari opportunità, Mara Carfagna, si farà carico di riproporre al Parlamento una norma contro l’omofobia. "Mi farò garante di riparare all’errore commesso dal Partito Democratico, proponendo al Consiglio dei ministri un disegno di legge che preveda aggravanti per tutti i fattori discriminanti compresi quelli dell’età, della disabilità, dell’omosessualità e della transessualità".

    OMMIODDDDDIO

  3. dell’ età !?!?!?!?

    cazzo, proprio ora che avevo staNpato le brochures della C.I.O.S.P.A. (Conferenza Italiana per l’Odio e lo Sterminio delle Persone Anziane)….

  4. "cazzo, proprio ora che avevo staNpato le brochures della C.I.O.S.P.A. (Conferenza Italiana per l’Odio e lo Sterminio delle Persone Anziane)…."

    bastardo, e agli amici che s’incamminano verso tale meta non ci pensi???
    😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...