SOCIETA' DELL'IMMAGINE



(la famosissima foto di Robert Capa dell’uccisione del Partigiano Repubblicano nella Guerra Civile Spagnola)

Viviamo nella Società dell’Immagine, ormai lo sanno anche i bambini, l’immagine è tutto, e sono le immagini ormai a segnare i nostri ricordi, gli eventi, tutto. Basti pensare al fatto che per milioni di persone, bambini e non, il Natale fa venire in mente innanzitutto un’immagine, Babbo Natale che proprio dalla società dell’immagine e dal marketing è stata creata e che non proviene invece dalla tradizione. (Per chi non lo sapesse, il vecchio pedofilo ciccione in pigiama rosso e barba bianca è stato inventato dai pubblicitari della Coca Cola qualche decennio fa).

Questo fine settimana ci ha regalato almeno tre "immagini" degne di nota, almeno due delle quali verranno ricordate a lungo.

La prima immagine sono convinto resterà veramente nella storia, quanto il tizio davanti ai carri armati a Tien An Men, quanto le torri gemelle in fiamme e quanto Jaqueline Kennedy che gattona sul cofano della macchina per raccogliere un pezzo della testa del marito. L’ormai quasi ex Presidente USA, Geroge W. Bush, in visita a sorpresa a Baghdad, ha ricevuto una contestazione clamorosa, sinceramente non avevo mai visto una cosa del genere. Un giornalista locale lo ha appostrofato pesantemente dandogli del "cane", animale impuro per i musulmani e quindi offesa gravissima, e lanciandogli contro le scarpe, altro gesto particolarmente insultante (avrete notato le immagini provenienti da vari paesi islamici che mostrano persone "schiaffeggiare" con le proprie scarpe l’effige del contestato di turno). Che dire, je vonno tutti bene….
Dopo essere stato oggetto di cotanto lancio di calzature, Bush pare abbia annullato una visita in Austria, dato che siamo nel pieno della stagione sciistica, ed una in Olanda, patria degli zoccoli di legno.

**

*****


Seconda immagine, anche questa "storica", la piena del Tevere di Venerdì notte, con l’acqua altissima, impressionante soprattutto a Ponte Milvio, a Ponte Sant’Angelo, dove dei barconi alla deriva si sono schiantati e incastrati contro i piloni, e all’Isola Tiberina.
Per una sera il Lungotevere sembrava un enorme cinema, con la gente affacciata sugli argini ovviamente a fare foto e filmati e a guardare l’immensa massa d’acqua nell’inconfessata speranza di veder sfilare qualche cadavere. Inconfessata da loro. Io ci speravo e ho rosicato che non ho visto il cretino irlandese che è caduto a fiume…





Meno storica, ma altrettanto divertente era la faccia di Alemanno nella notte fra Venerdì e Sabato. Terrorizzato, era veramente spaventato, per un attimo si sarà pentito di non essere lui ad aver perso invece che Rutelli. Immagino abbia passato tutto il weekend alla finestra e che sia ancora lì, a scrutare il cielo con la faccia di una finalista di Miss America chiusa in cella con Tyson.

*****


La terza immagine è di ieri pomeriggio, Stadio Olimpico. Al termine di una partita veramente da infarto Mirko Vucinic, attaccante Montenegrino della Roma, segna il goal della vittoria 3-2 sul Cagliari.
L’esultanza è stata "particolare" e catapulta Mirko in un posto speciale nell’Olimpo degli eroi personali dell’autore di questo blog (insieme al sempre posato Carlo Zampa che sentite commentare con il solito impassibile distacco il goal).

**

A parte lo strip e le dichiarazioni a fine partita ("avevo fatto schifo, anche mio fratello in tribuna credo che mi stesse fischiando, ho segnato e non c’ho capito più nulla, ho iniziato a spogliarmi meno male che mi sono anche fermato…"), il Montenegrino ha festeggiato facendo il gesto del "tagliagole". Ora, già basterebbe il fatto che uno che viene dai balcani esultasse così per raggelare il sangue a un bel po’di gente (un po’come se un tedesco esultasse mimando una maschera antigas), ma ad ulteriore conferma di come Mirko sia uno "vero" c’è la storia dell’ispiratore di quel gesto: Chris Benoit, star del Wrestling di qualche tempo fa (e alfiere del buon gusto, va detto).
Benoit era solito fare quel gesto sul ring, ha dovuto smettere di farlo per "cause di forza maggiore": si è suicidato, non prima di aver soffocato la moglie e il figlioletto.


Non è fantastico?

Ora attendiamo per i prossimi goal di Mirko esultanze altrettanto gratificanti per chi come me è affascinato da storie di Serial Killers e tragedie truculente in generale.
Ad esempio potrebbe festeggiare un goal domenica prossima col Catania facendosi tatuare una svastica in fronte come Zio Charlie Manson, oppure mimare simpaticamente la strage nel dormitorio femminile compiuta da Richard Speck usando i compagni di squadra come controfigure delle otto infermiere massacrate.
Non sarebbe comunque una scena peggiore di quando Totti simulò un parto per festeggiare un goal qualche anno fa, mentre attendeva il primo figlio…

Mirko, se ti servono suggerimenti non hai che da chiedere, con un po’di impegno e il coinvolgimento dei ragazzi della Sud si potrebbe fare una rappresentazione dei fatti di Jonestown, magari per il Derby di ritorno, che ne dici?

Annunci

9 risposte a “SOCIETA' DELL'IMMAGINE

  1. “il vecchio pedofilo ciccione in pigiama rosso e barba bianca”
    ahahahahahaha
    A te il Grinch te fa un baffo!

    Ps
    Συμπαράσταση για τον σύντροφο Αλεξη Γρηγοροπουλο
    Pps
    Sempre e comunque Kossiga Boia!
    (Sò che non c’entra nulla col post di oggi, ma non bisogna mai abbassare la guardia :-))

  2. Ppps
    Nel post precedente,non vi era un messaggio in codice per i Venusiani che vogliono conquistare la terra ( e che io aiuterei anche volentieri , ma non è questo il caso ). La simpatica dicituta in ellenica lingua, altro non vuol dire che “Solidarietà per il compagno Alexis Grigoropoulos”

  3. A questo punto mi aggiungo anch’io alla mala ganga psichiatrica…
    Un altro simbolo? La Parietti, che al Corriere dichiara: “Veltroni me l’ha sconsigliato (di candidarmi per il centrosinistra), ma voglio fare qualcosa per il Paese”…
    Brava Alba, dacci dentro!!!
    Pompini gratis per tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. C’è poco da ridere considerando che Ferrero ha SUPPLICATO alla Luxuria di candidarsi per le europee dopo la vittoria all’Isola dei Famosi…

  5. eh….

    guarda, la cosa più saggia l’ha detta Y.

    “imperi decadenti e cavalli senatori”

    cmq per le prossime elezioni il csx sarà unito sotto un teletriumvirato: Parietti, Luxuria e per l’IDV il commissario rex (sbirro è sbirro, e parla meglio di di pietro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...