RISORSE RINNOVABILI



Benchè se ne parli poco, ora che ci sono cose più importanti di cui parlare come la separazione delle carriere dei Magistrati o meglio ancora la questione morale nel PD, la crisi continua ad avanzare, si prevede per l’anno prossimo una caterva di licenziamenti, crollo dei consumi, lacrime e sangue, insomma volendo usare una fine metafora ci sarà un bel mazzetto di cazzi per il culo per ognuno di noi, e la vasella, come sempre, è a carico nostro.

I rappresentanti del nostro Governo, oltre alla solita elargizione di elemosine utili più per il marketing che per risolvere i problemi di chi fatica ad arrivare alla fine del mese, si stanno anche battendo in Europa per frenare sugli impegni presi per contrastare il cambiamento climatico, in controtendenza ad esempio con quanto promesso dal neoeletto Presidente USA, quello abbronzato per capirci (ovvio, lui è già abbronzato, non gli serve un innalzamento del clima, mentre Silvio risparmierebbe un sacco di soldi di lampade), che ha annunciato un cambio di rotta rispetto al suo predecessore sul clima e non si è lanciato in improbabili collette per pagare un cappuccino al giorno a qualche pensionato (con la Social Card di Tremonti, 40 euro al mese, questo ti ci compri).

Intanto i cittadini Statunitensi si sono dati da fare, non sono rimasti con le mani in mano ma si sono rimboccati le maniche, olio di gomito, e hanno iniziato a trovare modi di tirare avanti nonostante la crisi.
Cito testualmente da http://www.aduc.it, riportato anche dal Manifesto:

Stretti dalla tenaglia della crisi economica, sommersi di debiti e con prospettive nere per l’occupazione, gli americani mettono in vendita cio’ che hanno in dote da madre natura: fluidi organici come il liquido seminale, ovuli giovani e robusti per la fecondazione artificiale, plasma per le trasfusioni e persino trecce di capelli lucenti.
A rivelare l’aumento delle ‘offerte’ di questi ‘prodotti organici’ sono una serie di ricerche locali incrociate, i direttori delle principali cliniche e centri per la fecondazioni assistita nonche’ le banche dello sperma disseminate sul territorio dell’Unione.
Secondo gli ultimi dati – non ufficiali ma considerati statisticamente significativi – negli ultimi mesi autunnali, proprio mentre si acutizzava la crisi finanziaria, i donatori di sperma che hanno bussato alle porte delle ‘banche’ per offrire la propria merce sono triplicati. Nello stesso periodo le donatrici di ovuli sono aumentate del 30%, e i donatori di plasma si sono impennati del 50%.
In aumento anche le giovani che vendono i loro lunghi capelli ai negozi che creano parrucche,chignon e trecce e le ragazze che si offrono come madri-surrogate. L’incremento del numero di donne pronte a portare avanti la gravidanza di un figlio altrui si calcola sia addirittura del 20%.
I compensi medi per questo tipo di ‘donazioni’ di tessuti o fluidi organici sono in America i seguenti: tra i 60 e i 100 dollari per una fiala di sperma; 7.000 dollari per ovulo fertile; 200 dollari per una lunga coda di capelli; tra i 20 ed i 50 dollari per il plasma. In quest’ultimo caso – sottolineano le banche del sangue – none ‘ un vero e proprio pagamento ma il semplice compenso per i trasporti e il tempo investito dai donatori. Certo e’ che alcuni giovani donatori di sperma con 10 ‘sedute’ mensili si pagano l’affitto del dormitorio al college, e alcune ragazze offrendo i propri ovuli riescono addirittura a coprire la retta universitaria.

Sono queste le cose che ti fanno odiare l’Italia. No, perchè se penso alla mia adolescenza, a quella meravigliosa età in cui noi maschietti siamo spensierati, senza assilli della vita e soprattutto impegnati in un onanismo frenetico ed indefesso, mi viene in mente che a 60-100 dollari a fiala avrei potuto tirar su un bel gruzzoletto prima ancora di arrivare a 20 anni. Passare direttamente dalla scuola alla pensione. Ci pensate?

Che poi basterebbe che gli scienziati ragionassero in maniera un po’meno contorta per arrivare alla soluzione di tutti i problemi del pianeta: il motore a sperma.

Pensateci bene, ogni giorno milioni, decine di milioni di esseri umani di sesso maschile nel mondo producono ettolitri ed ettolitri di sperma. QUESTA sarebe una fonte di energia rinnovabile, altro che ecodiesel e biocarburanti. I vantaggi sono evidenti:

– Costi di estrazione praticamente nulli (inoltre attaccando una dinamo al gomito ci si tira su anche qualche altro kilowatt).

– Nessuna necessità di costruire centrali (basta un servizio di raccolta porta a porta o meglio ancora, promettendo porno gratis vengono direttamente loro da te).
 
– Assenza di problemi di scorie e altro, anzi, una gran parte degli ambientalisti saranno entusiasti di dare una mano.

Poi finalmente avremmo trovato un’utilità a quel cretino che ciondola stordito per casa e chiede soldi in continuazione: visto che sopprimerli una volta usciti è reato almeno così potremmo destinarli alla produzione di energia senza doverne bruciare il cadavere, quindi senza commettere due reati. Pensateci, papà (parlo con voi che le mamme queste cose non le voglio sentire).

Purtroppo però sappiamo che c’è chi proverebbe comunque a mettere i bastoni fra le ruote a chi si volesse impegnare in quella che potrebbe essere la più grande scoperta dell’Uomo (dopo la birra, ovviamente):

Annunci

3 risposte a “RISORSE RINNOVABILI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...