FASCINOROSI (3)


"Nè Rossi nè Neri ma liberi pensieri"? Così cantavano….

Beh, effettivamente non gli si può dare torto, guardate che bel coretto dell’antoniano, si vedono i ragazzi più grandi che insegnano il coretto agli altri:

e ancora: http://www.militant-blog.org/?p=101#more-101

(grazie a Militant che ha messo in linea le foto)

Poi, non so se avete visto ieri Annozero, questo è un video che hanno mandato, guardate da 3′ 55” in poi, un pulotto si rivolge a uno dei "pacifisti" del Blocco, "Francesco, levati, vai via", intanto lui dice ai pulotti indicando i fasci sdraiati a terra "questi sono i miei Ragazzi".

chi è Francesco?

andiamo per esclusione, di certo non è lui:



e nemmeno lui:



e credo di poter escludere sia anche questo di Francesco:

Invece Francesco è Francesco Polacchi portavoce (si dice così? o è direttamente Duce?) del Blocco Studentesco. Boh, per essere uno "antisistema" mi sembrano un po’troppo "amichevoli" i rapporti che ha con le guardie, non trovate?

Annunci

6 risposte a “FASCINOROSI (3)

  1. quelli dei centri sociali erano centinaia, quelli del blocco studentesco al massimo una ventina…secondo me non c’è stato nessun complotto del governo; è stata soltanto la classica rissa tra opposti estremisti

  2. @ giuseppe

    non è stata una “rissa”, ci sono state due fasi:

    prima i fascisti hanno pestato indisturbati per prendersi il posto nel corteo

    poi, dopo aver ricevuto le notizie dei pestagggi, il corteo è arrivato in piazza e ha prima cercato di far andare via i fasci, poi gli hanno tirato due sediate

    “opposti estremismi” non significa un cazzo

  3. oddio, no! non ricominciamo come ieri, eh…! 🙂

    e mò.
    visto che pare andare di moda calamandrei (OOOOOH!)

    Lo avrai
    camerata Kesselring
    il monumento che pretendi da noi italiani
    ma con che pietra si costruirà
    a deciderlo tocca a noi.
    Non coi sassi affumicati
    dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
    non colla terra dei cimiteri
    dove i nostri compagni giovinetti
    riposano in serenità
    non colla neve inviolata delle montagne
    che per due inverni ti sfidarono
    non colla primavera di queste valli
    che ti videro fuggire.
    Ma soltanto col silenzio del torturati
    Più duro d’ogni macigno
    soltanto con la roccia di questo patto
    giurato fra uomini liberi
    che volontari si adunarono
    per dignità e non per odio
    decisi a riscattare
    la vergogna e il terrore del mondo.
    Su queste strade se vorrai tornare
    ai nostri posti ci ritroverai
    morti e vivi collo stesso impegno
    popolo serrato intorno al monumento
    che si chiama
    ora e sempre
    resistenza

  4. Complotto è una parola grossa. E’ stato un becero tentativo di far scattare una rissa per poi reprimere (gli studenti). E’ evidente dalle immagini che i fasci erano messi li dalla polizia, che li ha poi portati via..salvandoli. Tentativo becero..e pure venuto male.

  5. Si si era una rissa…e ti dirò di più il pulotto non sapeva il nome del ragazzo, lo ha intuito. Infatti le forze dell’ordine stanno facendo addestrare i loro ragazzi con dei medium proprio per situazioni di questo tipo.

    Ps.
    Sempre e comunque Kossiga Boia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...