ELEZIONI ANTICIPATE: CHE FARE?




Che Fare? Si chiedeva Lenin nella sua famosa opera omonima.

 La desolazione del panorama politico e sociale italiano sta tutta nel fatto che alla Domanda "Che Fare?" oggi una bella fetta risponderebbe "Mah, si potrebbe andà a fa’ l’aperitivo allo Sciabadoga, che fanno i Cockteils a 4 euri, c’è l’heppy aur…", mentre la parte più impegnata della Gioventù di Sinistra proporrebbe o di farsi dare un sacco di manganellate davanti all’Ambasciata USA a Via Veneto, o di organizzare un bel dibattito sul nuovo Pantheon del Partito Democratico per rivalutare la Lezione Politica di figure storiche volutamente dimenticate e villipese da "Certa Sinistra" come Craksi, Forlani, Mussolyni, Er Canaro e il Cardinale Marcinkus.

Comunque, torniamo a noi.
Come era prevedibile il tentativo di Marini di trovare una Maggioranza per fare la Legge Elettorale è fallito, davanti alla fermezza delle posizioni di Silvio "Me ce Freghi Domani" Berlusconi e Gianfranco "Aoh, ma che c’ho scritto Giocondo?" Fini, che di fronte alla possibilità di andare alle Urne nel momento di minor consenso per il Centrosinistra dopo la prematura caduta del Governo Prodi (leggasi "prevedibile figura di merda"), hanno da qualche giorno la più classica delle "Erezioni Anticipate" al pensiero di fare cappotto persino con il Porcellum.

Quindi Napolitano sarà costretto in questi giorni (inizio a scrivere questo pezzo Martedì 5, non so ancora quando lo pubblicherò) a sciogliere le Camere, e verosimilmente in Aprile si andrà al Voto.

Ordunque, "Che Fare?" si diceva? Io alle scorse Elezioni ho votato per uno dei Partiti della "Sinistra" (le virgolette sono d’obbligo, grosse come le fave di Rocco Siffredi e Ron Jeremy) dell’Unione, ma l’ho fatto controvoglia per motivi che ho già spiegato all’epoca e determinato a non farlo più, a meno che non mi avessero fatto cambiare idea.

Ovviamente non è avvenuto, come pensavo non hanno fatto nemmeno quelle due cosine "di Sinistra" che avevano messo nel programma, non hanno cancellato le Leggi Vergogna del precedente Governo e non sono riusciti a durare per tutta la Legislatura.
Molto probabilmente però lo scenario sarà diverso: non ci sarà più l’Unione, ma il PD andrà da solo, e se je la fanno a mettersi d’accordo ci sarà la "Cosa Rossa" (anche se sarebbe più corretto "Cosa?? Rossa!?!?!" e giù risate..) come soggetto autonomo alla sua Sinistra.
Poi c’è il PCdL di Ferrando che ora come ora fa un po’tenerezza, perchè non credo andrà molto lontano…

Va riconosciuto che l’operazione di Ueltroni è meno cretina di quanto non si pensi: non ha più senso tentare di rivincere le elezioni per ricadere dopo due anni, con un’alleanza senza programma, senza un accordo, senza nessun altro senso se non la paura di Berlusconi.
Con la quasi certezza che queste elezioni le perderanno comunque, la scommessa di Uolter sta tutta nel creare un soggetto politico che quando rivincerà saprà stare al Governo per 5 anni e con un programma molto netto, non frutto di mediazioni con forze tanto diverse.
Se gli riuscisse sarebbe veramente un bel colpo, dal loro punto di vista. Quindi si tratta di individuare bene qual è il Nemico, fino ad oggi identificato con il Nano P2ista.

E il Nemico di Uolter è la Sinistra.

Perchè chi veramente rischia di uscire massacrato da ‘sto giochetto, oltre naturalmente a Uolter che se il PD da solo prende meno del 30% verrà scorticato vivo, è la cosiddetta "Sinistra Radicale", oltre ai partitini di centro che erano nella ex-Maggioranza (con la differenza che possono sempre o passare dall’altra parte, o entrare nel PD, loro).
Se l’azzardo di Uolter riuscirà, una parte dei voti del PD dovranno venire necessariamente da quegli elettori che hanno votato fino ad ora gli altri partiti della coalizione, più quelli di DS e Margherita, più magari qualcuno dei centristi della CdL. Insomma, il rischio per la "Cosa Rossa" è di vedere eroso dal PD una parte di quel 15-18% che spererebbero di racimolare, arrivando in tre a prendere i voti che prendeva da sola Rifondazione nel 2001. Per non parlare del disastro che sarebbe se PRC, PDCI, Verdi e SD non riuscissero nemmeno a presentarsi uniti alle prossime elezioni.
Praticamente il rischio per la Sinistra è sparire, e completare così il processo in atto da tempo in Italia, per cui la bilancia politica del paese pende sempre più a Destra, in ogni ambito.

Che Fare? Si diceva. Boh….. io per ora aspetto.

Se la "Cosa Rossa" si alleerà in qualsiasi modo con il PD confermo la mia decisione di annullare la scheda, o piuttosto voterò per Carità Cristiana il Partito Umanista o quei simpaticoni di Ferrando, solo per la comicità di alcuni passaggi del loro Programma, tipo questo: "3) Contro l’usura legale dei mutui versi milioni di lavoratori e di famiglie rivendichiamo la nazionalizzazione delle banche ( vera “associazione a delinquere”) senza indennizzo e sotto il controllo dei lavoratori; l’annullamento dei debiti contratti, sotto ricatto, da milioni di persone; la nascita di un unico istituto di credito pubblico, sotto controllo popolare, come mezzo di sostegno a lavoratori e artigiani, piccoli commercianti, oggi torchiati e truffati dalla banche. ".
Voglio dire, se devono fare da stampella al PD, ha più senso votare direttamente il PD, almeno sarebbe più forte e in prospettiva più stabile.

Se i Partiti della cosiddetta "Sinistra Radicale" resteranno divisi, o faranno solo finta di fare un soggetto unico, significherà che hanno scelto di sparire, e allora perchè andare contro la loro volontà?

Se invece si farà ‘sta "Cosa Rossa" e se decideranno di essere autonomi e alternativi al PD, mi si porrà un problema "strategico". Perchè un fiasco della "Cosa Rossa" in quella situazione (ovvero soggetto unitario e autonomo della Sinistra, alternativo alla CdL e al PD) significherebbe auto-decretare che in Italia non c’è più uno spazio Istituzionale per la Sinistra, che saremo condannati a morire peggio che Democristiani, e che i diritti dei Lavoratori, delle Minoranze e delle Classi meno abbienti, nonchè la Laicità dello Stato, andranno allegramente a farsi fottere per i prossimi 150 anni, dato che purtroppo in fatto di divisioni e tendenza all’autoemarginazione i Movimenti Extraparlamentari non hanno da imparare niente da nessuno. Quindi se la "Cosa Rossa" andasse da sola forse sarebbe auspicabile un successo, e forse pragmaticamente dovrei votarli.
Quindi Che Fare? Votarli se vanno uniti e contro il PD? Mandarli in culo come mi viene istintivamente di fare ogni volta che vedo Giordano in TV? Oddio, pure Bertinotti candidato Premier…..non je la posso fa’……. ho due mesi per pensarci, vedremo…
Intanto sono poche le certezze che ci restano:

 

Annunci

14 risposte a “ELEZIONI ANTICIPATE: CHE FARE?

  1. Devo scegliere tra l’Islanda e la Finlandia, ma anche il Canda mi attrae. Dove emigro?
    Per ora sono orientato per l’Islanda perchè mi piace Bjork, ma mi sa un po’ troppo vicina all’Alaska che è suolo (di merda) degli Us. Quindi forse Finlandia per la possibilità di giocare a Lemmings dal vivo, anche se il Canada è la patria di Leonard Cohen e Neil Young…
    Chi ? Ferrando chi? Uolter cosa? Che intuili pensieri…mi sento un po’ come Ratzinger quando dice la messa girato per nascondere al pubblico il bambino di sei anni inginocciato sotto la sua tonaca…come dire : un po’ sporco ma comunque soddisfatto…
    Cosa? Votare? Ma ti rendi conto che sanità pubblica abbiamo in Finlandia?

    Bard

  2. @ bard

    veramente l’islanda è nell’atlantico, l’alaska è sopra il pacifico, c’è tipo tutto il canada e la groenlandia in mezzo….
    cmq ti posso dire che l’islanda purtroppo sembra davvero un pezzo di USA

    @ ludolupo

    eh, davvero….però mi sa che l’olanda sta pigliando una deriva un po’destroide negli ultimi anni

  3. Ieri ho visto una fantastica performance di Uolter a matrix…beh sto giro mi dispiace ma non se po votà..almeno io non andrò(inutile andare e annullare la scheda..magari poi il berlusca te la ruba..). Mi sono stufata di votare quello se no vince l’altro..BASTAAAAAAAAAAAAA!!!
    CIAO SIMONINA

  4. L’Islanda è abbastanza americanizzata, pare… però una mia amica islandese ha detto che se vai da una ragazza con una bottiglia di vino e dici che sei italiano, diciamo che ti sei risolto il problema su come passare la serata.
    Il paese con più alto tasso di aborti, ma anche di natalità, dell’Europa credo.
    Insomma un pensierino fatevelo.

    Comunque: ho deciso, voto Cosa Rossa. Per pietà, più che altro.
    Non ho ancora il coraggio di annullare la scheda.

    Cachorro Quente

  5. – capisco chi vuole astenersi, ma lo farei soltanto alla camera;

    – forse i nostri mistici da monte athos e diessini capiranno.

    – al senato andiamo a votare e condanniamo il berlusca a 5 anni di crisi permanente, tanto e soltanto per vederlo sputtanato……..

    – stef

  6. ODIO.
    Sono costretto a lasciare i fiordi finlandesi dove sorseggiavo alacremente una serie di vodka sour.
    Al policlinico di Napoli gli sbirri hanno fatto irruzione sbarrando le porte e intimando il “nessuno si muova” come ne “La polizia si incazza”. Segnalazione di reato (da un anonimo vigliacco degno di pencolare a Piazzale Loreto): aborto illegale.
    In una struttura pubblica.
    Sono entrati senza mandato con le armi in pugno.
    Hanno interrogato la malcapitata ancora sotto anestesia che aveva praticato un aborto terapeutico -al 4° mese, il feto era malformato ,SECONDO LE MODALITA’ PREVISTE DALLA LEGGE- e LE HANNO CHIESTO DI RICONOSCERE IL FETO.
    HANNO INTERROGATO ARMI IN PUGNO LE ALTRE DEGENTI.
    HANNO SEQUESTRATO IL FETO E I DOCUMENTI DELLA DONNA.
    Questo è un atto di nazifascismo. Nè più, nè meno. Una cosa che manderebbe in sollucchero il povero Mengele.
    Sono costretto a votare. Passi un paese di qualunquisti evasori fiscali strisciantemente razzisti e larvatamente conniventi con la mafia. Lo sapevo già. Ma questo non è un attacco alle donne e alla loro dignità, come sostengono le associazioni delle donne…QUESTO E’ UNO SFREGIO AL CONCETTO STESSO DI UMANITA’.
    Voterò qualsiasi partito che metta nel suo programmma la ( PREVISTA DALLA COSTITUZIONE) laicità dello stato. Qualsiasi. Anche Pannella che detesto.
    L’inqualificabile Ferrara (scusate il termine) presenterà una lista antiabortista. Mi punge vaghezza di presentarne una ABORTISTA . Logo: la faccia di Ferrara.
    Slogan : abortisci, tuo figlio potrebbe diventare come lui.
    Eccheccazzo il troppo stroppia!
    Bard

  7. tra l’altro ci stavo proprio scrivendo il pezzo mentre ti ho letto.

    Perchè non lo fai davvero il bannerino Bard?
    Lo diffondiamo, campagna per l’aborto preventivo…. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...