STRESS – COME UN TIFOSO VIVE LA GRANDE ATTESA

Spegni la sveglia e resti per un paio di minuti nel letto, rigido come una tavola da surf, sguardo già pallato e fisso sul soffitto: è Oggi.

Cerchi di scuoterti, ti alzi e il cervello, o quel poco che ne resta inizia a suonarti in testa "Roma, Roma, Romaaaa cooore de ‘staaa cittàààà". Caffè-sigaretta, ti dai dell’imbecille per come stai ridotto a trent’anni, e vai al lavoro facendo finta di niente, svolgendo le tue mansioni diligentemente (più o meno, cioè, diligentemente come al solito…) e rispondendo interiormente ad ogni richiesta con un "ma sai che cazzo me ne frega c’è Roma Manchester".

Progressivo deterioramento dello stato emotivo: fase razionale/luogoComunista. Nel primo pomeriggio non riesci più a fare finta di niente e inizi a pensare sul serio alla partita (il fatto che sono due giorni che non pensi ad altro non conta, Oggi pensi davvero alla Partita), e cerchi di restare lucido, snocciolando dentro di te riflessioni che vanno dalla constatazione dell’ovvio allo squallido luogo comune da intervista prepartita a un calciatore analfabeta (quindi ad un calciatore qualsiasi): "Loro sono più forti, ma se giochiamo bene….", "Nel Calcio non si sa mai", "La Palla è Rotonda", "Le Partite durano 90 minuti".

Verso metà pomeriggio l’ansia è alle stelle, iniziano le prime allucinazioni da stress, si passa alla fase depressiva/catastrofica: "Oddio ci massacrano", "Ma ‘ndo annamo, loro cianno Runi (Rooney ndr), Ghiss (Giggs ndr) e Cristianoronaldo (tuttoattaccato), noi ciavemo Taddei, Perotta e Virrso" (Wilhelmson, calciatore svedese che meriterebbe un capitolo a parte solo per come lo chiamiamo a Roma: "Vìlmso", "Uìlss", "Vìrsso", "Vìlerzo", "Uìrzz". I radiocronisti delle emittenti private si sono salvati accordandosi sul nomignolo "Willy"), "Ce ne fanno quattro", "In fondo se semo divertiti", "Quello che conta è ‘a salute".

Fine pomeriggio. Pulsazioni, Transaminasi e Testosterone a duemila, Neuroni e Salivazione completamente azzerati. Spegni il PC, esci dall’ufficio e ti prepari a vedere la partita da qualche parte. Fase agonistica prepartita/delirio di onnipotenza: "Li Massacramo!", "Taddei e Perrotta sòppiùfforti di Runi e Cristianoronaldo!", "Je ne famo Quattro!", "Totti a Van Der Sar je fa er cucchiaio da Centrocampo!" (questa l’ho sentita davvero in metropolitana). "Totti èppiùfforte de Pelè".

Equipaggiamento per la visione della partita, preferibilmente da vedere con una schiera selezionata di amici, emarginando quelli sospettati di portare sfiga perchè come dice un mio amico "essere scaramantici porta male":

– Alcoolici e Stupefacenti per un volume pari alla massa corporea
– Un metro cubo di Sigarette
– Sciarpetta lercia e consunta, comprata ai tempi di Piedone Manfredini e MAI lavata perchè porta male
– Secchio per il vomito
– Capsula di Cianuro stile agente CIA se le cose dovessero mettersi male
– Cinta di cuoio per l’inevitabile crisi epilettica a metà del secondo tempo
– Defibrillatore
– Medico al Seguito

E’ l’ora, ti siedi sul divano o su una sedia o per terra, comunque catatonico e inizi a farti le unghie sui jeans come un gatto sui mobili, bicchiere e sigarette a portata di mano. Fischio di inizio….pronti….VIA!

Se trovano una cura fatemi un fischio….vi prego…

Annunci

11 risposte a “STRESS – COME UN TIFOSO VIVE LA GRANDE ATTESA

  1. Hayee! Mi ha i fatto sbregare dal ridere. Gli “in bocca al lupo” non te li faccio perchè “essere scaramantici porta male”.
    2 considerazioni tecniche:
    1)”Totti a Van Der Sar je fa er cucchiaio da Centrocampo”
    E’ possibile, io da gobbo ricordo che è più o meno da dove tirò Nakata in quella CAZZO DI PARTITA DI MERDA !!(tra l’altro – a margine della partita di ieri – Ancelotti, che pure non è scarso come tecnico, tende ad affezionarsi orribilmente a portieri-sciagura…il bardowski fresco di statuetta del miglior portiere nel torneo di calcetto rionale avrebbe tenuto la porta inviolata…)..
    2- Uìrso è IL MIGLIORE ACQUISTO A COSTO ZERO DA 10 ANNI A QUESTA PARTE…speriamo che Cobolli Gigli MAzzanti Vien Dal Mare dei Conti Pippis prenda esempio…
    Comunque come mi mancano ‘sti cazzo di mercoledì a rischio cirrosi..(che poi ce lo sapevo che prendevamo sempre l’inculata in finala…)…
    Ti saluto senza auguri di sorta.
    Bard

  2. PERCHE’ SENTO DI AVER INDIVIDUATO IL TUO INCUBO POST LIONE-ROMA…CREDO SIA L’INCUBO DI OGNI TIFOSO ROMANISTA!
    I RISULTATI DI IERI, NON FANNO CHE PEGGIORARE LA SITUAZIONE… UN SINCERO SALUTO

  3. Mmmmhh..l’abbiam capito tutti l’incubo ricorrente..c’entra qualcosa con una canzone che fa “You’llnever walk alone”?
    (L’ho detta grossa-adesso se arrivate in finale proprio voi e QUELLA squadra devo emigrare)

  4. Syd Syd…come sta il tuo cuore? 2 a 1..ti sto immaginando..
    senti ma quant’è brutto Taddei? Sembra frate Salvatore de “Il nome della rosa”..
    e poi..io non so l’inglese ma l’unica cosa che so è che Manchester non si pronuncia Menchester, vergogna per i cronisti.
    tro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...