SI' MIO SIGNORE FRUSTAMI!!!

Allora, innanzitutto chiedo scusa per l’immagine forte che ho postato, ma oggi parliamo di un argomento scabroso, e non mi riferisco alla Necrofilia, sebbene faccia meno schifo a pensarci rispetto allo schifo che ho provato ad immaginarmi certe scene.

Avrete letto, e se non lo avete fatto ve lo dico io, quello che ha dichiarato uno dei senatori dell’Unione recentemente, uno di quelli che D’Alema sa non fare parte di "quella Sinistra che non fa bene al paese" e che sarà contento di trovarsi nel Partito Democratico (se je la fanno): Paola Binetti.

La Senatrice Binetti è un’autorevole esponente dell’ala clerical-delirante della Margherita, i teo-dem, quelli a destra di Ruini, che vorrebbero bruciare Casini come nemico della Fede in quanto divorziato e per i quali QUALSIASI accoppiamento è contro-natura (a pensarci bene un accoppiamento con la Binetti sarebbe contro QUALSIASI natura….), quelli che avrebbero fatto cadere il Governo sui Dico, se Ruini non avesse mandato Andreotti a farlo cadere PER i Dico sulla Politica Estera (è ovviamente inutile specificare chi sia il Mandante della febbre di Scalfaro, voglio dire, se hai creato il mondo in 6 giorni e non riesci a far venire una febbretta a un’ottantenne è meglio che vai in pensione e ti fai fare Senatore a vita)

Comunque, tornando a noi, questo è ciò che ha detto la Pia Senatrice in un’intervista al quotidiano La Sardegna:

È vero che usa il cilicio?
Vede, è una pratica che appartiene alla cultura cristiana, e non solo.
La vita di ognuno di noi è esposta a prove e difficoltà e ci vuole un certo “allenamento”. Le privazioni, lo spirito di mortificazione, un domani mi aiuteranno ad affrontare cose più grandi. Pensi a cosa fanno le persone che vogliono mantenere la linea. Oppure a un atleta che si prepara per una gara.

E fa male?
Non più che portare il busto come facevano le donne in altri tempi.
O girare in inverno con l’ombelico di fuori.

"Questa donna è pazza", mi sono detto, ma poi mi sono ricordato che in realtà c’è una corrente sotterranea del misticismo cattolico, che presuppone una certa inclinazione di certi soggetti verso il BDSM ( http://it.wikipedia.org/wiki/BDSM ) e tutto mi è stato chiaro.

Innanzitutto il cilicio, per chi non lo sapesse è, secondo la definizione di Wikipedia "una cinghia uncinata o formata da una corda ruvida costellata di nodi, che viene stretta attorno alla vita o alla coscia in modo da provocare un dolore non estremo ma costante. I Membri Numerari dell’Opus Dei mortificano la carne, circa due ore al giorno, per "avvicinarsi al sacrificio di Cristo", con una cintura di metallo composta da vari semianelli, ognuno dei quali ha delle punte, posizionata nella parte superiore della coscia, stretta in modo variabile in base alla "generosità" nell’offrire il proprio sacrificio."

Praticamente una bella giarrettiera da masochista libidinoso.

Poi la mente è andata, anche grazie agli spunti datimi da una discussione sul sito dell’UAAR e dei quali ringrazio tale Steve ( http://laici.forumcommunity.net ), alle grandi mistiche del passato, Sante che prese dall’estasi della preghiera e della meditazione e spesso unendo il loro fervore all’utilizzo di pratiche autopunitive ed umilianti, arrivavano a provare un piacere quasi fisico attraverso il dolore e il delirio. Praticamente come trombare strafatti con frusta e manette….

Alcuni stralci delle memorie di questi personaggi:

S. Teresa D’Avila: http://it.wikipedia.org/wiki/Santa_Teresa_d%27Avila
«Il Signore, mentre ero in tale stato, volle alcune volte favorirmi di questa visione: vedevo vicino a me, dal lato sinistro, un angelo in forma corporea, cosa che non mi accade di vedere se non per caso raro. Benché, infatti, spesso mi si presentino angeli, non li vedo materialmente, ma come nella visione di cui ho parlato in precedenza. In questa visione piacque al Signore che lo vedessi così: non era grande, ma piccolo e molto bello, con il volto così acceso da sembrare uno degli angeli molto elevati in gerarchia che pare che brucino tutti in ardore divino: credo che siano quelli chiamati cherubini, perché i nomi non me ridicono, ma ben vedo che nel cielo c’è tanta differenza tra angeli e angeli, e tra l’uno e l’altro di essi, che non saprei come esprimermi. Gli vedevo nelle mani un lungo dardo d’oro, che sulla punta di ferro mi sembrava avesse un po’ di fuoco. Pareva che me lo configgesse a più riprese nel cuore, così profondamente che mi giungeva fino alle viscere, e quando lo estraeva sembrava portarselo via, lasciandomi tutta infiammata di grande amore di Dio. Il dolore della ferita era così vivo che mi faceva emettere quei gemiti di cui ho parlato, ma era così grande la dolcezza che mi infondeva questo enorme dolore, che non c’era da desiderarne la fine, né l’anima poteva appagarsi d’altro che di Dio. Non è un dolore fisico, ma spirituale, anche se il corpo non tralascia di parteciparvi un po’, anzi molto. È un idillio così soave quello che si svolge tra l’anima e Dio, che supplico la divina bontà di farlo provare a chi pensasse che mento».
Nel passo successivo, Teresa scriveva ancora:
«I giorni in cui durava questo stato ero come trasognata: non avrei voluto vedere né parlare con alcuno, ma tenermi stretta alla mia pena che per me era la beatitudine più grande di quante ve ne siano nel creato. Questo mi è accaduto alcune volte, allorché il Signore volle che io avessi quei rapimenti così grandi che, anche stando tra persone, non potevo opporre loro resistenza, pertanto con mio grande rammarico cominciarono a divulgarsi. Da quel momento sento meno questo tormento, bensì sento quello di cui ho parlato prima in altro luogo – non ricordo in quale capitolo – che è molto diverso per molti aspetti ed è di maggior valore. Infatti, quando ha inizio la pena di cui parlo, sembra che il Signore rapisca l’anima e l’immerga nell’estasi; non c’è tempo, pertanto, di sentir pena né di patire, perché subito sopraggiunge il godimento. Sia benedetto per sempre il Signore che fa tante grazie a chi risponde così male ai suoi immensi benefici!». e ancora:
<<Il mio male era arrivato ad un tale punto di gravità da essere sempre sul punto di svenire. Sentivo un fuoco interno che mi bruciava…la mia lingua era ridotta a brandelli a furia di morderla>>.
<< Mentre Cristo mi parlava, io rimanevo a contemplare la straordinaria bellezza della sua umanità… Provavo un piacere così forte che non è possibile provarne dei simili in altri momenti della vita…
<<Durante le estasi il corpo perde ogni movimento, il respiro s’indebolisce, si emettono soltanto dei sospiri e il godimento arriva ad intervalli…
<<Io ero in preda a un turbamento interiore che mi faceva vivere in una continua eccitazione che non osavo interrompere chiedendo l’acqua benedetta per non sconvolgere le altre suore che avrebbero potuto capirne l’origine…
<<Nostro Signore, il mio sposo, mi procurava tali eccessi di piacere da impormi di non aggiungere altro oltre che a dire che tutti i miei sensi ne erano rapiti…

Margherita Maria Alacoque: http://it.wikipedia.org/wiki/Margherita_Maria_Alacoque
<<Quando ero davanti a Gesù mi consumavo come una candela nel contatto amoroso che avevo con lui>>.
<< Ero di natura così delicata che la più piccola sporcizia mi rivoltava lo stomaco. Gesù mi rimproverò così energicamente per questa mia debolezza che io reagii contro di essa con tanta decisione che un giorno pulii con la mia lingua il pavimento sporco del vomito di una malata. Egli mi fece provare tanta delizia in questa azione che avrei voluto avere l’occasione per farlo tutti i giorni >>
<< Una volta che avevo dimostrato una certa ritrosia nel servire una malata di dissenteria, Gesù mi rimproverò così severamente che, per riparare, mi riempii la bocca dei suoi escrementi; li avrei ingurgitati se la Regola non avesse proibito di mangiare fuori dei pasti.
<<Un giorno che Gesù mi si mise sopra con tutto il suo peso, egli rispose così alle mie proteste: “Lascia che ti usi a mio piacere perché ogni cosa va fatta a suo tempo. Adesso io voglio che tu sia l’oggetto del mio amore, abbandonata alle mie volontà, senza resistenza da parte tua, in modo che io possa godere di te”>>.

Insomma c’è di tutto, BDSM, Sadomasochismo, Fetish più o meno spinto, peggio che in un catalogo di film porno giapponesi, e queste sono solo le due più famose, ce ne sono ancora tante e tanti di scoppiati, tipo i battenti calabresi, o le monache di un monastero francese che nel delirio della preghiera perdevano il senno e si dedicavano a "orge mistiche" che coinvolsero anche l’esorcista che era andato a "guarirle" (chiamalo scemo).

E insomma in quest’ottica è comprensibile il pensiero della Senatrice Binetti, che si immagina avvinghiata anche lei al dardo di fuoco del cherubino, prostrata, stretta in un vestitino in pelle borchiato con cilici vari, ammanettata alla statua di Padre Pio, mentre qualche pretozzo la frusta e le pennella un cero pasquale su per l’apparato digerente. Non so se a questo punto anche questa di Sinistra fa male al Paese per D’Alema…. Immagino che se a lui piace un po’di male la Binetti a D’Alema è disposta a fargliene, magari due frustatine….

Annunci

20 risposte a “SI' MIO SIGNORE FRUSTAMI!!!

  1. Beh… se per loro l’unico modo di non essere contro natura è l’autoerotismo bondage… che facciano pure 😉
    A patto di non rompere le palle a noialtri 🙂

  2. Beh… se per loro l’unico modo di non essere contro natura è l’autoerotismo bondage… che facciano pure 😉
    A patto di non rompere le palle a noialtri 🙂

  3. Allora, a Roma, come nelle altre città, si troverà solo presso le librerie che lo ordinano: il distributore infatti distribuisce solo dietro ordinaziona da parte della libreria.
    Pertanto, mi sa che c’è da inventare qualcosa di geniale per far in modo che le librerie lo ordinino 😉

  4. Allora, a Roma, come nelle altre città, si troverà solo presso le librerie che lo ordinano: il distributore infatti distribuisce solo dietro ordinaziona da parte della libreria.
    Pertanto, mi sa che c’è da inventare qualcosa di geniale per far in modo che le librerie lo ordinino 😉

  5. odio l’ipocrisia e il mondo cattolico lo è sempre stato per eccellenza!
    Vorrei fristarla io questa pia senatrice, chissà, magari potrebbe anche piacermi!

  6. odio l’ipocrisia e il mondo cattolico lo è sempre stato per eccellenza!
    Vorrei fristarla io questa pia senatrice, chissà, magari potrebbe anche piacermi!

  7. Syd, fratè, non c’ho voglia di controllare, ma ti prego dimmi che marherita maria alacoque te lo sei inventato! Ciò, questa si chiama à la coque, come l’ovo, e si riempie la bocca di dissenteria ?
    Avrebbe anche “inghiottito il vomito della malata se la regola dell’ordine non le proibisse di mangiare fuori dei pasti”?
    Se te lo sei inventato, sei un genio.
    Se no, invece, pure.
    P.s.-ma ‘sticazzo di clerico-clerical chiesistico-papistico-vatican-teo-teologal-antichristsuperstar-incensantibus-padripiali-inquisition-democratici (ma democratici dechè, ahò?) chissà perchè trovano così scandaloso l’avere un corpo.
    Forse preferirebbero essere pura essenza.
    Te lo vedi Buttiglione pura essenza?
    brrrrrrrrrr….
    ed è ‘sta gente qui che decide le sorti di un paese…magari fosse Giulio,che almeno son sicuro che nell’intimo è veramente un senzadio,ormai anche Satana agisce per conto di Ruini.
    Brrrrrrr..
    Bard

  8. Syd, fratè, non c’ho voglia di controllare, ma ti prego dimmi che marherita maria alacoque te lo sei inventato! Ciò, questa si chiama à la coque, come l’ovo, e si riempie la bocca di dissenteria ?
    Avrebbe anche “inghiottito il vomito della malata se la regola dell’ordine non le proibisse di mangiare fuori dei pasti”?
    Se te lo sei inventato, sei un genio.
    Se no, invece, pure.
    P.s.-ma ‘sticazzo di clerico-clerical chiesistico-papistico-vatican-teo-teologal-antichristsuperstar-incensantibus-padripiali-inquisition-democratici (ma democratici dechè, ahò?) chissà perchè trovano così scandaloso l’avere un corpo.
    Forse preferirebbero essere pura essenza.
    Te lo vedi Buttiglione pura essenza?
    brrrrrrrrrr….
    ed è ‘sta gente qui che decide le sorti di un paese…magari fosse Giulio,che almeno son sicuro che nell’intimo è veramente un senzadio,ormai anche Satana agisce per conto di Ruini.
    Brrrrrrr..
    Bard

  9. @Bard
    no, no, l’ha citata quello Steve in una discussione sul sito dell’UAAR, sono andato a cercare un op’ in giro ed è vera…..a questa alla coque je hanno fatto il cervello….
    Buttiglione più che sola essenza è sola Assenza 😉

    @Monias
    a me piacerebbe molto frustarla, con una corda da skilift

  10. @Bard
    no, no, l’ha citata quello Steve in una discussione sul sito dell’UAAR, sono andato a cercare un op’ in giro ed è vera…..a questa alla coque je hanno fatto il cervello….
    Buttiglione più che sola essenza è sola Assenza 😉

    @Monias
    a me piacerebbe molto frustarla, con una corda da skilift

  11. non capisco l’ipocrisia della Binetti. Se la sua ideologia gli dice di usare il cilicio per mortificare la carne e avvicinarsi al dolore di Cristo dovrebbe vantarsi di portarlo, anzichè paragonarlo a cose cretine come i tacchi a spillo o il busto. Con questo paragone invece ne minimizza il valore, come se a un cattolico venisse chiesto se legge le Bibbia e questo rispondesse “sì, ma lo faccio come un segaiolo legge Playboy”….

  12. “come se a un cattolico venisse chiesto se legge le Bibbia e questo rispondesse “sì, ma lo faccio come un segaiolo legge Playboy”….”

    secondo me hai centrato il punto 😉

  13. “come se a un cattolico venisse chiesto se legge le Bibbia e questo rispondesse “sì, ma lo faccio come un segaiolo legge Playboy”….”

    secondo me hai centrato il punto 😉

  14. Secondo me la cosa che citi rappresenta la cosa più brutta del cattolicesimo, nonché quella che mi fa più rabbia, perché va bene credere nei fantasmi finché non danneggi nessuno, ma incoraggiare e fomentare i disturbi psicologici delle persone è da criminali. La fede incoraggia le persone all’autolesionismo, ai sensi di colpa, all’anoressia; può portare depressione e allucinazioni. In alcune casi spinge le persone al suicidio(per esempio omosessuali) Succede ai soggetti predisposti e fragili: quelli su cui la chiesa campa. Tutti i santi hanno grandi problemi di questo tipo e anche molte persone che conosco ma la cosa macabra è che la religione causa e incoraggia la malattia mentale in nome di superstizione e ignoranza. I preti andrebbero tenuti a debita distanza da bambini e malati psichiatrici, purtroppo non è così e vengono fatte sante donne evidentemente disturbate e con inclinazioni masochistiche, ai bambini viene insegnato che domenico savio, che dormiva senza coperte in pieno inverno o i pastorelli che si flaggellavano le gambe sono esempi da imitare e non persone malate, una volta ho parlato con una persona che era ferocemente convinta di aver stuprato e ucciso la sua ragazza perché posseduto da un demone ( e da quella volta si è convertito), è triste e sintomo dello strapotere della chiesa che mette becco in cose che non le competono senza rendersi conto dell’effetto nocivo del suo intervento sulle persone.

    • grazie per il contributo, sarei curioso di chiederti perchè e come sei finita su un post di 10 anni fa su un blog che non aggiorno da una vita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...