UN UOMO, UN MITO – MIRKO TREMAGLIA

Mirko Tremaglia, ex Ministro per gli Italiani nel Mondo.
Sin dalla sua elezione a deputato nel 1955, Mirko Tremaglia ha perseguito un sogno: dare la possibilità di votare agli Italiani all’estero.

Nella scorse legislatura finalmente il buon Mirko (un fascista di ferro, ex-repubblichino, protagonista di una famosa sparata sui "culattoni", insomma una bella pila de merda), ha avuto il suo trionfo, il coronamento di una carriera politica e la CdL ha approvato la legge sul voto degli Italiani all’Estero. Ricordo ancora l’emozione del caro vecchietto fra gli applausi, gli occhi lucidi di commozione ed il petto gonfio d’orgoglio per essere stato l’artefice dell’impresa di dare ai figli dell’Italico suolo la possibilità di esprimere il loro affetto per la Patria natia adempiendo ai loro doveri verso Dio, la Patria, la Famiglia, il Duce e il buon Tremaglia, appunto.

Poi ci sono state le elezioni, e ci si aspettava (tutti, non solo il camerata Mirko) un voto di massa per la CdL e la destra da parte degli Italiani sparsi per il mondo, noi come il caro vecchietto ancorati erroneamente allo stereotipo dell’emigrante nostalgico. E invece no. Invece nessuno aveva calcolato due fattori fondamentali:

1) All’estero non c’è la TV italiana, e i media esteri giustamente raccontano un po’sconcertati le preformances teatrali del premier. All’estero il Berluska viene visto come una ridicola macchietta, non come il ducetto che viene considerato qui dai suoi sostenitori e sulle TV che controlla.

2) Molti degli Italiani all’estero sono ricercatori, professori ecc. ecc. insomma elettori ad alta scolarizzazione, che solitamente non votano per Berlusconi.

Insomma il Ministro Tremaglia coronando il sogno di una vita ha regalato all’Unione la vittoria alle elezioni, dato che sono stati proprio i voti dell’italiani all’estero a dare una minima maggioranza al centrosinistra…..

Ora non si hanno notizie del caro vecchino, girano voci terroristiche, non si vede e non si sente dal giorno delle elezioni, c’è addirittura chi teme il peggio, ho sentito che si sarebbe suicidato infilzandosi con uno spiedo da asado argentino; altri sostengono che sia stato trovato morto nella sua abitazione a seguito di una forte intossicazione da olio di ricino, legato e con addosso segni di ripetute manganellate e un paio di morsi (si presume di Storace); altri ancora sostengono che sia stato infoibato personalmente dal Gianfranco Fini e dal Ministro Alemanno.

Quello che è certo è che grande è l’ammirazione per quest’uomo da parte nostra, pari solo a quella nei confronti del laziale Paolo Negro dopo il famoso autogol nel derby, ed è per questo che lanciamo due proposte:

1) Se il caro Mirko è ancora vivo lo vogliamo "Ministro degli Italiani che non sono più dovuti scappare all’Estero"

2) Se ci ha lasciato, un solo grido: MIRKO TREMAGLIA SANTO SUBITO!!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...